Scienza in pasticceria: Crema pasticcera vegana = CremaVeg

0
Si pensava non esistesse, e invece verrete smentiti!

L’idea della crema pasticcera vegana, infatti, nasce dall’esigenza di soddisfare i bisogni di determinati clienti, alcuni affetti da allergie e intolleranze alimentari, altri invece, che negli ultimi anni hanno deciso di adottare uno stile di vita vegetariano/vegano.

Secondo alcune indagini compiute dalla Nielsen,

relative a stime per conto del Ministero della Salute,

la percentuale di popolazione affetta da intolleranze è sempre più numerosa. Sono infatti 1800000 gli intolleranti alimentari generici, 110000 al lattosio, e 3000000 al glutine. Delle percentuali non indifferenti per chi si occupa di produrre e vendere prodotti alimentari di qualsiasi genere. E come accennato prima, i dati “allarmanti” riguardano anche coloro i quali sono diventati amanti dell’alimentazione verde; in Italia infatti l’8% della popolazione oggi ha uno stile di vita veg.

Ma per poter spiegare in cosa consiste in realtà questo prodotto alternativo,

è bene descrivere a 360° cosa rende autentica una crema pasticcera.Per potersi definire tale, infatti, deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Giallo lucido, (anche se questa componente dipende soprattutto dal colore dei tuorli;

  • Stabile consistenza (per intenderci, non deve fuoriuscire dal bignè o dal pan di Spagna);

  • Setosa e priva di grumi al palato.

Per quanto riguarda gli ingredienti invece:

  • Latte Fresco intero (il quale possiede il giusto quantitativo di grassi utile per l’ottenimento di una crema gustosa e lucida);

  • Uova fresche pastorizzate (poiché in queste ultime viene meno la carica batterica, la quale potrebbe aumentare nel caso in cui le uova non lo siano);

  • Amido di mais, meglio conosciuto come maizena, il quale costituisce la parte addensante del prodotto;

  • Zucchero semolato;

  • Bacca di Vaniglia, inserita, oltre per conferirne l’aroma caratteristico della crema pasticcera, anche per aumentarne il desiderio, poiché è nota come elemento di appetibilità.

Sembrerebbe impossibile sostituirne anche uno solo degli ingredienti, ottenendone lo stesso risultato. Numerosi studi di pasticceria però, hanno dimostrato che non è così.

Per creare la CremaVeg, è stato necessario ispirarsi innanzitutto alle caratteristiche organolettiche della classica crema pasticcera, sostituendo gli ingredienti originari, con altri aventi ognuno la stessa funzione. Solo combinandoli assieme si riesce a ottenere una crema pasticcera super leggera e 100% Veg. La CremaVeg è costituita fondamentalmente da ingredienti biologici, integrali e soprattutto non contenenti glutine, amidi e derivati del latte

In verità, sarebbe utile preferire questo tipo di crema alla pasticcera originaria perché oltre alla mancanza di alimenti contenenti allergeni, come uova, glutine e lattosio, la CremaVeg è comunque gustosa, e ad alta digeribilità. Questa creazione rappresenta una validissima soluzione per coloro i quali non vogliono rinunciare ai peccati di gola. Ma non solo, è solo un piccolo passo verso la nascita della pasticceria salutistica.

Condividi

Lascia un commento