Imprese, allarme Confartigianato: troppi ritardi in pagamenti P.A., Caltanissetta terza in Sicilia

0

In Sicilia i tempi medi di pagamento della Pubblica amministrazione sono pari a 72 giorni, 14 giorni in piu’ rispetto alla media nazionale di 58 giorni e 42 giorni in piu’ rispetto al limite di 30 previsti dalla direttiva europea contro i ritardi di pagamento.
Rispetto alla regione italiana piu’ virtuosa, la Provincia Autonoma di Bolzano dove la P.A. paga in media in 36 giorni, la P.A. siciliana ne impiega il doppio (36 in piu’).
Tra le prime 10 province italiane con tempi medi di pagamento piu’ elevati troviamo anche Agrigento (97 giorni). Presentano tempi di pagamento della P.A. superiori alla media nazionale di 58 giorni, oltre ad Agrigento, anche Siracusa (80), Caltanissetta(75), Palermo (72), Catania (69) e Messina (67).
“Confartigianato Sicilia da tempo denuncia i tempi lunghi con cui la pubblica amministrazione effettua i pagamenti alle imprese.
Adesso scende nuovamente in campo a pochi giorni dal deferimento dell’Italia alla Corte Europea. Un cartellino rosso con Bruxelles che bacchetta l’Italia, che corre il rischio di una maxi multa”, si legge in una nota della Confederazione.
“Una situazione di crisi – dice Filippo Ribisi, presidente regionale di Confartigianato – aggravata anche dallo split payment, un sistema che porta le imprese a finanziare due volte la pubblica amministrazione. Tutte le imprese, dovendo anticipare l’Iva, hanno un’ulteriore perdita di liquidita’. Non e’ piu’ accettabile che non vengano rispettati i termini. E dopo la bacchettata di Bruxelles non si puo’ temporeggiare ulteriormente”

Condividi

Lascia un commento