Delia. Solenne cerimonia per l’inaugurazione del Monumento ai caduti di tutte le guerre.

0

DELIA. E’ stato inaugurato lo scorso 2 novembre il monumento dedicato a tutti i caduti in guerra. A scoprire il monumento è stato il sindaco Gianfilippo Bancheri.  <Siamo qui per onorare la loro memoria ed anche quella dei caduti di tutte le guerre – ha detto il sindaco – siamo qui per pregare per loro. Per ricordare il loro sacrificio per la Patria. E per riflettere sull’assurdità della guerra. Di ogni guerra>. Il monumento dedicato ai caduti di tutte le guerre è stato benedetto dall’arciprete di Delia, don Carmelo Carvello. Alla cerimonia erano presenti il presidente del consiglio comunale Tony Di Caro, i consiglieri e gli assessori comunali e le autorità religiose e militari. La bozza progettuale del monumento ai caduti di tutte le guerre è stata realizzata dall’artista deliano Salvatore Montebello che <<ancora una volta – ha ricordato nel suo discorso il sindaco – ha voluto mettere la sua geniale opera e il suo ingegno artistico al servizio della collettività>>. Il primo cittadino lo ha anche ringraziato pubblicamente <<per aver saputo interpretare il senso profondo che sta alla base del sacrificio di questi uomini caduti in guerra>>. E’ stata una cerimonia molto partecipata durante la quale il sindaco non è riuscito a nascondere la sua commozione. La cerimonia è stata preceduta dalla cerimonia di scopertura di una lapide di marmo “dedicata a Theodore Jay Thomposon, l’aviatore morto nelle campagne di Delia, in seguito alla caduta del suo aereo, colpito dal fuoco dei soldati tedesche durante la seconda guerra mondiale, le cui spoglie riposano ora sepolte nel cimitero comunale di Delia. La lapide, voluta dall’amministrazione comunale per venire incontro alle richieste di un privato cittadino, Giuseppe Borzellino, è stata realizzata dai Fratelli Vilardo.

 

Condividi

Lascia un commento