Salute

Settantenne uccide la moglie gravemente malata e tenta di suicidarsi ingerendo barbiturici

Redazione 1

Settantenne uccide la moglie gravemente malata e tenta di suicidarsi ingerendo barbiturici

Mar, 21/11/2023 - 14:47

Condividi su:

Ha ucciso la moglie gravemente malata tentando poi di uccidersi ingerendo barbiturici. E’ la tragedia che s’è consumata a Fano. L’uomo, 70enne, è stato tratto in arresto dalla polizia per omicidio volontario. La moglie, Rita Talamelli, aveva 66 anni. Lui da ieri sera è ricoverato all’ospedale di Fano, ma non corre pericolo di vita. Pare che la donna soffrisse da tempo di gravi disturbi psichiatrici.

Come riportato dai colleghi de Il Resto del Carlino, a scoprire la tragedia e a dare l’allarme è stato uno dei figli della coppia. Sul posto sono giunti gli agenti del commissariato di Fano. La dinamica del delitto è apparsa subito abbastanza chiara. Il corpo senza vita della donna era in camera da letto, il marito era a terra, poco lontano.

La donna sarebbe stata strangolata, dopo di che il marito avrebbe ingerito psicofarmaci, fino a stordirsi. L’uomo è stato soccorso dai sanitari del 118 e portato d’urgenza al Santa Croce. Non sarebbe in pericolo di vita.

Pubblicità Elettorale