Salute

Colombo (Fiaso): “Aumento 86% pazienti sotto 18 anni positivi al Covid”

Redazione

Colombo (Fiaso): “Aumento 86% pazienti sotto 18 anni positivi al Covid”

Ven, 14/01/2022 - 13:24

Condividi su:

Eva Colombo, direttore generale della Asl di Vercelli e vicepresidente della Fiaso (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere), è intervenuta nella trasmissione ‘L’imprenditore e gli altri’ condotta dal fondatore dell’UniCusano Stefano Bandecchi su Cusano Italia Tv (ch. 264 dtt). In terapia intensiva il 72% è no vax e il 28% vaccinato.

“Del 28% di pazienti Covid in rianimazione vaccinati, oltre i due terzi sono persone già affette da gravi patologie e che per questo motivo molto probabilmente hanno avuto una ridotta efficacia del vaccino- ha affermato Colombo- Oppure non hanno completato il ciclo vaccinale con tutte le dosi. Quindi in sostanza le persone che al momento sono in terapia intensiva o non sono vaccinate oppure sono gravemente compromesse. Chi ha fatto le tre dosi e non ha patologie particolari è molto più sicuro.

In terapia intensiva ci sono anche diversi giovani non vaccinati. Questo significa che il fatto di essere giovani e sani non tutela dal fatto di finire in terapia intensiva”. Sull’aumento dei pazienti Covid giovani. “Nella settimana tra il 28 dicembre e il 3 gennaio, abbiamo avuto un incremento dell’86% di pazienti che sono al di sotto dei 18 anni, che sono risultati positivi. Chiaramente questa è una cosa piuttosto grave.

Nei 4 ospedali pediatrici sentinella il numero di bambini ricoverati è passato da 76 a 123, di cui il 76% è sotto i 4 anni, quindi in una fascia d’età non vaccinabili. Noi come Fiaso crediamo fermamente che bisogna accelerare la campagna vaccinale in età pediatrica”.