Salute

Caltanissetta, acceso l’albero di Natale. Il sindaco Gambino: “Simbolo di una città che vuole crescere”

Redazione

Caltanissetta, acceso l’albero di Natale. Il sindaco Gambino: “Simbolo di una città che vuole crescere”

Dom, 08/12/2019 - 09:02

Condividi su:

Caltanissetta, acceso l’albero di Natale. Il sindaco Gambino: “Simbolo di una città che vuole crescere”

L’accensione dell’albero natalizio collocato in piazza Garibaldi ha ufficialmente dato lo “start” agli eventi che l’Amministrazione comunale ha programmato per il periodo delle festività di fine anno. Ieri sera, appena gli addobbi luminosi sono stati accesi, si è aperto il dibattito sulla scelta innovativa della Giunta Gambino. Il quale ha giocato d’anticipo, affermando: «Questo albero natalizio è il simbolo di una città che vuole crescere. Abbiamo scelto questa struttura a vantaggio di un albero “vero” ma senza futuro. Questo ce l’ha». Tante le persone che hanno assistito all’accensione dell’albero. Fra essi anche molti bambini a cui le future acconciatrici del centro di formazione che ha progettato l’albero hanno applicato in viso “trucchi” e decori particolari, natalizi. Ad accentuare il clima di festa anche alcuni “babbi natale”. Anche il personale della Croce Rossa ieri sera era in piazza a dare il proprio sostegno/contributo alla festa. Anche se a campeggiare nella piazza principale della città non era il classico abete, quasi nessuno dei presenti ha voluto rinunciare a fotografare l’inedita struttura con il proprio telefonino. Ovviamente, non mancheranno i commenti su questo tipo di “albero” voluto da Gambino e dalla sua Giunta. Anzi, la “giostra dei commenti” è partita già ieri sera, con opinioni divergenti. Quello che invece pare stia raccogliendo consensi negativi sarebbero le luminarie collocate nei corsi principali della città. Nei tratti in cui gli addobbi sono stati definiti, il numero dei pannelli luminosi vengono infatti considerati esigui. Ma anche su questo l’assessore e vicesindaco Grazia Giammusso ha dato una spiegazione: «Non dimentichiamo che le casse comunali non sono floride. Quello che stiamo realizzando è in linea con quello che potevamo spendere. In ogni caso, prima di giudicare, invito ad aspettare che la collocazione delle luminarie sia ultimata, così come l’illuminazione degli edifici storici».

Ha parecchio incuriosito quanti si sono ritrovati a passare ieri mattina da corso Vittorio Emanuele (diretti alla Badia) mentre era in corso l’allestimento della struttura modulare che il Comune di Caltanissetta ha deciso di realizzare in piazza Garibaldi per simboleggiare il Natale 2019. «Un albero – ha dichiarato il sindaco Gambino mentre gli operai erano al lavoro – che è simbolo di positività perché realizzato grazie all’impegno gratuito di vari cittadini, perché la struttura resterà di proprietà del Comune e perché nei prossimi anni potrà “crescere” aggiungendo altri moduli fino a raggiungere l’altezza di 15 metri. L’albero di quest’anno è alto 8 metri e rappresenta sicuramente una novità per la nostra città, ma soprattutto sono orgoglioso di evidenziare come e da chi è stato realizzato». Il Comune ha fatto proprio un progetto della scuola di formazione professionale “Cirs” (Centro italiano reinserimento sociale) che ha sede nei locali dell’ex istituto “Luca Pignato”. «Vantiamo oltre 100 iscritti – spiega Michela Nicosia, tutor responsabile della sede nissena – e sono ragazzi che hanno completato la scuola media e che rientrano ancora nell’obbligo scolastico. Formiamo acconciatori, estetiste, elettricisti, operatori grafici a computer. A conclusione del corso i ragazzi conseguono il diploma professionale e sono pronti ad entrare nel mercato del lavoro. A curare la crescita professionale dei ragazzi siamo in venti tra tutor, docenti e personale amministrativo». Il “Cirs” ha varato il progetto e lo ha ceduto gratuitamente al Comune. A realizzare l’opera ha poi provveduto l’artigiano Angelo Gangi (della carpenteria “VG”) anche lui offrendo gratuitamente la propria professionalità, mentre all’allestimento delle luci ha provveduto l’elettricista Calogero Giarrusso (docente del “Cirs”); il collaudo di sicurezza è stato offerto dall’ing. Michele Privitera. In pratica, il Comune ha acquistato il materiale metallico necessario per allestire la struttura. Il “dono” dell’albero natalizio finito, il prossimo anno potrà essere modificato in altezza. «Sarà ogni anno più alto – ha detto il sindaco Gambino mentre assieme agli assessori Grazia Giammusso e Fabio Caracausi seguiva il lavoro degli operai – e pensiamo di farlo… crescere anno dopo anno sino a 15 metri». Pure ieri mattina sono state installate luminarie in buona parte dell’anello del centro storico. «Un contrattempo tecnico causato da un guasto al carrello elevatore avvenuto nella notte – ha spiegato l’assessore Caracausi – ha impedito di completare l’opera. Ma lunedì il lavoro sarà completato e riguarderà pure l’illuminazione di numerosi edifici del centro storico». (Di Lino Lacagnina, fonte La Sicilia)