Barista denunciato dai carabinieri a Brescello per aver venduto biglietti “Gratta e Vinci” perdenti incassando quelli vincenti.

0

Come riuscire ad incassare le vincite di biglietti “Gratta e Vinci” vincenti vendendo invece ad ignari clienti quelli perdenti. E’ la singolare tecnica che avrebbe messo in atto un barista di 25 anni operante a Brescello. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri che lo hanno denunciato con l’accusa di frode in commercio e truffa, il barista avrebbe selezionato i “Gratta e Vinci” incassando le vincite di quelli vincenti e vendendo esclusivamente quelli perdenti. La tecnica era alquanto semplice: grattare leggermente il biglietto di lotteria istantanea nel punto in cui poteva essere rivelato il codice che consente alla strumentazione elettronica in dotazione allo stesso rivenditore di capire quali fossero i biglietti fortunati che poi, ovviamente, teneva per sé incassando la vincita. Ovviamente i non vincenti li vendeva. E proprio a seguito della vendita dei biglietti “perdenti” sono arrivate ai carabinieri le segnalazioni da parte di alcuni clienti che hanno notato il particolare del codice leggermente grattato. In qualche caso, i clienti gli avrebbero chiesto spiegazioni e lui gli avrebbe rimborsato il costo del biglietto. Gli stessi uomini dell’Arma, a seguito delle segnalazioni pervenute, avrebbero sequestrato una cinquantina di biglietti con codice a barre grattato. Successivamente sono scattate le indagini che hanno coinvolto anche i Monopoli di Stato. Dalle indagini sarebbe emerso che il barista avrebbe riscosso lui stesso le vincite di cui, al momento, non si conoscerebbe l’esatto ammontare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here