Tav, Di Battista attacca Salvini: “Non rompa i ….. o torni da Berlusconi”

0
Di Battista

Violentissimo scontro nel governo dopo la visita di Salvini al cantiere della Tav. Di Maio attacca: “Non si farà mai”. E Di Battista insulta: “La Lega non rompa i coglioni”

Lo scontro nel governo ora è ad altissimi livelli. Al centro delle tensioni ci sono i lavori per il completamento dell’alta velocità Torino-Lione. Dopo che Matteo Salvini ha fatto visita al cantiere di Chiomonte e ha promesso che l’opera verrà ultimata, i Cinque Stelle sono partiti al contrattacco.

Il più duro è stato, senza alcun dubbio, Alessandro Di Battista che, a margine di un evento a Chieti per le Regionali in Abruzzo, ha lanciato un ultimatum al vicepremier leghista. Se la Lega intende andare avanti su un buco inutile che costa 20 miliardi e non serve a niente – ha tuonato – tornasse da Berlusconi e non rompesse i coglioni, chiaro?”.

“Tra pochi giorni avrete l’analisi costi-benefici della Tav”. Il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli cerca di prendere tempo assicurando che il dossier è “una doverosa analisi”. Peccato che chi lo sta compilando si sia già schierato pubblicamente contro l’alta velocità che collegherà Lione a Torino. Il risultato, pertanto, è scontato. Tanto che all’interno del governo gialloverde hanno iniziato a darsele di santa ragione già da diverso tempo. E, per quanto Salvini si dimostri ottimista.”Si trova un accordo, come si è sempre trovato”, ha garantito su Facebook), i grillini sono disposti a tutto pur di bloccare i lavori. “Sulla Tav, più che lo scontro è aperto, direi che il discorso è chiuso – ha tagliato corto Luigi Di Maiodurante un evento a Chieti per le regionali in Abruzzo – finché sarà al governo il Movimento 5 Stelle, quel cantiere non inizierà a scavare un buco”. (di Sergio Rame, fonte ilgiornale.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here