“Miniere killer”, esposto in Procura

3
Salvatore Alaimo

SERRADIFALCO– Scorie radioattive nel lago Soprano e nella miniera Bosco di Serradifalco in provincia di Caltanissetta. A denunciarlo in un esposto inviato alla Procura della Repubblica di Caltanissetta, ai vertici investigativi di Carabinieri e Polizia e al Governatore Raffaele Lombardo, è l’ex assessore provinciale e comunale Salvatore Alaimo. L’esponente politico prende le mosse dall’impennata di malattie oncologiche nella zona e dal fatto che «nel vecchio sito minerario di Serradifalco sono presenti depositi di scarti dalla lavorazione di Kainite che potrebbero essere stati uniti a rifiuti speciali, pericolosi e radioattivi  provenienti anche da altre nazioni».     «I radionuclidi generati – sostiene Alaimo- darebbero origine a radiazioni molto penetranti». L’ex assessore chiede quindi «agli organismi politici di avviare uno studio ambientale nella zona e all’autorità giudiziaria ed inquirente di compiere i dovuti accertamenti». Nei mesi scorsi sempre nel nisseno si era parlato di scorie radioattive e rifiuti speciali smaltite in miniere abbandonate. La Procura della Repubblica in quell’occasione riavviò un’inchiesta. (ANSA).

3 Commenti

  1. INVITO TUTTI I GIOVANI STUDIOSI UNIVERSITARI DELLA MATERIA, A CIMENTARSI NELLE RISPETTIVE TESI DI LAUREA SUL TEMA “A NOI MOLTO CARO IN VITE UMANE”: OLTRE L’OLTRAGGIO PAESAGGISTICO, I DEPOSITI RADIOTTIVI!!!!!!!!!!!
    PROPOSTA PER L’INTERESSE GENERALE.

  2. Bene!! Continuate in questa direzione per bonificare il territorio o per escludere se il problema non esiste. Ma quel luogo boscoso, una volta bonificato, potrebbe essere recuperato per fare un parco pubblico. Questo anche per ricordare alle future generazioni come l’industria ha prima speculato sul territorio siciliano, poi ha abbandonato senza rimetterlo a posto come l’avevano trovato. Almeno togliere quei tralicci arruginiti….. Se veramente il territorio è inquinato correte subito ai ripari. Altre tragiche perdite umane saranno evitate. Chi sa parli e intervenga subito.

  3. Michele (Spena) il lavoro da te e dal tuo gruppo svolto sull’argomento è una testimonianza della cultura che si esprime con mezzi minimi ma con esiti massimi.
    Un grande apprezzamento per il lavoro svolto in un argomento così importante e delicato per la salute e la vita e dei cittadini e sopratutto con riguardo alla capacità di integrarne l’interesse dei mezzi di informaziona nazionali.
    Un grande invito a continuare in questa direzione.

    Andrea Milazzo

Comments are closed.