Niscemi, Natale in tenda al cimitero contro l’istallazione del Muos

0

NISCEMI – A Niscemi, Giuseppe Maida, il battagliero “cittadino qualunque” (come ama definirsi), passera’ la notte di Natale in tenda davanti al cimitero comunale. E’ l’ultima, in ordine cronologico, clamorosa protesta di Maida contro l’installazione nella riserva boschiva di contrada Ulmo del Muos, la grande stazione di telecomunicazione satellitare della Marina Usa, delle cui onde elettromagnetiche si temono gli effetti nocivi sulla salute dell’uomo e sull’ambiente. Maida accusa “quelli che hanno tradito il popolo intero” con un centinaio di maximanifesti e 300 locandine affissi in tutta la citta’. Invita anche i cittadini indignati a firmare il manifesto durante il suo sit-in natalizio. Contro il Muos, il cittadino qualunque ha gia’ al suo attivo altre eclatanti manifestazioni. Due anni fa trascorse tre giorni e tre notti in tenda con altri due volontari, davanti alla sede Rai di Saxa Rubra. In un’ altra occasione, insieme alla moglie, ai due suoi figli e allo zio, il parroco Giuseppe Giugno, consegno’ all’ambasciata Usa e al presidente Giorgio Napolitano le lettere dei bambini delle scuole niscemesi scritte al presidente Usa Obama e documentazione sulle proteste della popolazione niscemese contro il Muos.