Mussomeli, Centro Comunale Raccolta ed estrazione ditte

0

MUSSOMELI –  Partecipazione record di ditte edili, ben 469, alla manifestazione di interesse per realizzare il Centro Comunale di Raccolta in contrada Poverone.  Giovedì, in una sala del Palazzo comunale aperta al pubblico, s’è proceduto all’estrazione a sorte di venti ditte tra quelle partecipanti aventi diritto, ovvero 452 in quanto 17 erano state escluse. Oltre al personale comunale addetto, erano anche presenti Gianni Domenico Messina, in rappresentanza dell’Impresa San Domenico s.r.l.; Gero Bonomo, in rappresentanza dell’impresa omonima; Francesco Scibetta in rappresentanza dell’impresa Scibetta Costruzioni s.r.l.; Ivan Ricciardi in rappresentanza dell’Impresa G.R. Costruzioni Soc. Coop. Prima, in seduta riservata, si era proceduto ad assegnare ad ogni ditta partecipante e ammessa a sorteggio il numero cronologico dal numero 1 al numero 452 in base all’ordine di arrivo all’ufficio protocollo. Quindi, il Responsabile Unico del procedimento, l’ingegnere comunale Carmelo Alba, alla presenza dei testimoni, ha proceduto al sorteggio di venti domande. Per cui ai primi venti operatori ammessi, (Allegato non reso pubblico fino alla scadenza per la presentazione delle offerte) sarà trasmessa, lettera di invito alla procedura negoziata.  Come avevamo già scritto il mese scorso, sarà quindi realizzato  enza gara di appalto, bensì ricorrendo alla procedura negoziata, il Centro Comunale di Raccolta in contrada Poverone. L’importo dei lavori ammonta a euro  500.732,70, ma con le altre voci, tra cui €  211.780,02 quali somme a disposizione dell’amministrazione, l’importo  complessivo del progetto somma euro 712.512,72.  I lavori in questione, lo ricordiamo, consistono:  1) lavori per scavi rinterri e demolizioni che comprendono scavo di sbancamento, rimozione di  opere in ferro, tubazioni, infissi etc., oltre alla demolizione totale dei fabbricati esistenti (gli ex ovili comunali); 2) realizzazione dell’impianto elettrico esterno, del sistema di raccolta delle acque bianche e nere, realizzazione di impianto antincendio; 3) realizzazione  di un prefabbricato da adibire ad ufficio, realizzazione del piano di appoggio in cemento debolmente armato della piazzola ecologica, della tettoia e del prefabbricato da adibire ad  uffici. I lavori dovranno concludersi entro sei mesi.  Il progetto, coordinato dal vicesindaco Francesco Canalella, di professione ingegnere, è stato finanziato dal Fondo di Sviluppo e Coesione 2007/2013.