Gela, controllo smaltimento rifiuti: per raffineria multa da 6.500 euro

0

GELA – Il personale della Capitaneria di Porto ha multato il responsabile delle Attivita’ Opere Generali della “Raffineria di Gela spa” al termine di un controllo in materia ambientale e sul ciclo dei rifiuti. Nel corso di un sopralluogo presso il parco serbatoi dell’Isola 9 gestita dalla societa’ “Syndial”, al fine di verificare le operazioni di messa in sicurezza del sito, i militari hanno accertato in un’area adiacente, di proprieta’ della societa’ “Raffineria di Gela spa”, la presenza di circa 70 big-bags contenenti scarti riconducibili a scavo di asfalto, residui di zolfo, scarti di tubazione e di condotta fognaria misto a terra.
Sul lato destro dei big-bags e’ stato trovato un cumulo di circa 10 m3 di scarti, depositati sul suolo per un ammontare complessivo di circa 195 tonnellate di rifiuti. Il personale della Capitaneria di porto, coordinato dalla Direzione Marittima di Palermo, ha accertato che i rifiuti rinvenuti erano stati depositati in modo incontrollato successivamente a lavori appaltati dalla stessa Raffineria di Gela ad una ditta dell’indotto, per il rifacimento di un tratto di strada sovrastante una vasca. Pertanto, trattandosi di un reato contravvenzionale, e’ stata elevata una multa di 6.500 euro alla societa’, che dovra’ provvedere alla messa in sicurezza, alla bonifica ed al ripristino dello stato dei luoghi ed al corretto smaltimento dei rifiuti attraverso una ditta autorizzata.