Salute

2019, nel nisseno differenziata flop: solo 9 comuni su 22 nella soglia 65%, Caltanissetta 43,9%

L.M. - La Sicilia

2019, nel nisseno differenziata flop: solo 9 comuni su 22 nella soglia 65%, Caltanissetta 43,9%

Lun, 25/05/2020 - 11:53

Condividi su:

2019, nel nisseno differenziata flop: solo 9 comuni su 22 nella soglia 65%, Caltanissetta 43,9%

Il Centro Sicilia è composto da tre province (Caltanissetta, Enna ed Agrigento), 85 comuni. Di questi solo in 36 hanno raggiunto il titolo di ente virtuoso nella raccolta differenziata. È la provincia di Agrigento a rispettare maggiormente le regole. Oltre 50% dei Comuni (23 su 43) ha superato la soglia del 65% di rifiuto inviato nei centri di riciclo quindi riceverà una premialità affinché si possa migliorare il servizio. Tra questi Comuni c’è anche Agrigento. Un risultato importante tant’è che tre Comuni rientrano tra i primi dieci nella classifica regionale. Sempre in provincia di Agrigento, però, c’è da registrare il pessimo risultato ottenuto dai Comuni di Lampedusa e Linosa, Licata e Palma di Montechiaro. Qui la raccolta differenziata non è mai decollata tant’è che si è sotto la soglia del 10%.

In provincia di Caltanissetta, invece, sono 9 su 22 i Comuni virtuosi, mentre nella provincia di Enna sono solo quattro sui 20 comuni. Tra i Comuni meno virtuosi in quest’ultima provincia c’è quello di Piazza Armerina. I dati si riferiscono alla raccolta differenziata dello scorso anno. Durante l’anno ci sono stati Comuni che avevano migliorato il sistema di raccolta ma poi hanno rallentato la presa sui cittadini.

Provincia di Caltanissetta: Butera (19 posto con il 78%), Montedoro (31-74,8), Delia (44- 73,5), Villalba (69 – 71,1), Milena (88 – 68,8), Vallelunga Pratameno (103 – 67), Marianopoli (113- 66,2), Campofranco (119 – 65,9), Resuttano (133 65,1), Mussomeli (172 – 59,8), Serradifalco (186 – 58,5), Mazzarino (189 – 58), Bompensiere (190 – 57,9), Riesi (198 – 56,9), Sutera (209 55,6), Niscemi (267 – 47,5), Sommatino (273 – 46,2), Caltanissetta (288- 43,9), Gela (295 – 42,7), San Cataldo (309 – 41), Acquaviva Platani (321 – 38,4), Santa Caterina Villarmosa (336 . 34,7).

Provincia di Enna:Cerami (13 posto, 81%), Troina (82 – 69,7), Leonforte (117, 66), Nissoria (19 65,4), Nicosia (156 – 61,8), Regalbuto (162 – 61), Agira (176 – 59,6), Sperlinga (182 – 59), Barrafranca (200 56,7), Assoro (208 – 55,7), Enna (215 – 54,5), Valguarnera (217 – 54,2), Villarosa (229 – 52,4), Pietraperzia (230 – 52,4), Centuripe (251- 49,2), Calascibetta (259- 48,2), Gagliano Castelferrato (299 – 41,8), Aidone (313 – 40), Catenanuova (327 – 37,2), Piazza Armerina (357 – 28,7).

Provincia di Agrigento:V i l l afranca Sicula (2 posto regionale con 88,2%), Calamonaci ( 3 – 87,4), Lucca Sicula (9 – 83,8), Sambuca di Sicilia (18 – 78,6), Ribera (28 – 75,8), Santa Margherita Belice (29- 75,2), Sciacca (32 – 74,6), San Giovanni Gemini (43 – 73,6), Montevago (45 73,5), Cammarata (51 – 72,5), Comitini (52 – 72,4), Cattolica Eraclea (63 – 71,5), Grotte (73 – 71), Burgio (74 70,9), Castrofilippo (91 – 68,6), Racalmuto (92 – 68,3), Menfi (93 68,1), Agrigento (97 – 67,9), Sant’Angelo Muxaro (101, 67,2), Santo Stefano Quisquina (107 – 66,4), Campobello di Licata (112 – 66,3), Realmonte (120 – 65,9), Joppolo Giancaxio (121 – 65,6), Santa Elisabetta (137 – 64,3), Caltabellotta (155 – 62,1), San Biagio Platani (170 – 60), Bivona (183 – 59), Cianciana (185 58,5), Casteltermini (191 – 57,9), Siculiana (192 – 57,7), Raffadali (193 57,6), Alessandria della Rocca (203 – 56,3), Naro (218 – 54), Porto Empedocle (243 – 50,6), Aragona (260 – 48,2), Ravanusa (279 – 45,3), Montallegro (296 – 42,3), Canicattì (298 – 42), Favara (319 – 38,8), Camastra (322 – 38,2), Lampedusa e Linosa (387 – 8,2), Licata (388 – 6,8), Palma di Montechiaro (389 – 5,6).