Salute

Due nuovi focolai di brucellosi in allevamenti trovati infetti dai veterinari dell’Asp

Redazione

Due nuovi focolai di brucellosi in allevamenti trovati infetti dai veterinari dell’Asp

Mar, 05/02/2013 - 17:55

Condividi su:

SAN CATALDO – Riscontrati dal Servizio Veterinario dell’Asp2 (Distretto di San Cataldo) due nuovi focolai di brucellosi. Da sopralluogo effettuato in due allevamenti uno in contrada Tabita e l’altro in contrada Grotticelle sono risultati infatti ancora capi infetti dal batterio della brucella. Il sindaco Franco Raimondi ha già emanato due nuove ordinanze in cui si dispone, per i proprietari delle due aziende agricole, l’abbattimento entro un massimo di quindici giorni dalla notifica dell’Asp dei capi risultati infetti. Allo stesso tempo si ordina la disinfettazione di tutti gli ambienti e gli attrezzi utilizzati. Nonostante si tratta del terzo caso in poche settimane il servizio veterinario assicura che non ci possono essere rischi per la popolazione. “Il latte di animale infetti così come gli altri prodotti caseari – dichiara Franco Baldi, veterinario dell’Asp2 – non può arrivare sulle nostre tavole. Il consiglio per i cittadini è comunque quello di acquistare questi prodotti sempre dai rivenditori autorizzati dove latte e formaggio vengono venduti etichettati”.