Salute

Rassegna Stampa. Tempi ancora lunghi per la Piscina di Caltanissetta

Redazione 2

Rassegna Stampa. Tempi ancora lunghi per la Piscina di Caltanissetta

Mar, 17/05/2022 - 10:58

Condividi su:

SI è parlato di impianti sportivi e di ville comunali nel Question Time di ieri nel corso del quale sono stati trattati anche argomenti contenuti nelle interrogazioni presentate dai consiglieri comunali.

Nel corso della seduta a conclusione di domanda e risposta tra la consigliera Annalisa Pettito e l’assessore Fabio Caracausi sulla perdurante chiusura della piscina comunale (da quasi tre anni) questi ha fatto sapere che la ditta che si è aggiudicato l’appalto deve ancora presentare il progetto definitivo per il restyling dell’impianto (nel frattempo rimasto incustodito e alle mercè dei vandali dopo la conclusione del precedente gestione), “progetto- ha aggiunto Caracausi – che gli uffici comunali dovranno valutare ed approvare entro un mese, dopo diche la ditta avrà sei mesi di tempo a disposizione per realizzare i lavori programmati”.

Ciò ha indotto la consigliera Petitto (dichiaratasi “raccapricciata “dalla risposta dell’assessore) ad evidenziare che la mancata riapertura e la conseguente incertezza sulla data di ripristino rappresentano “una vergogna di questa amministrazione, dimostratasi insensibile anche ai problemi che la chiusura della piscina sta causando alle persone con disabilità”. Per la consigliera di opposizione, l’amministrazione e l’assessore Caracausi non anno fatto nulla per accelerare i tempi di riapertura dell’impianto. “Avete emanato il bando per la gestione – ha tuonato – un anno dopo che vi siete insediati e nel frattempo non avete provveduto a istituire una vigilanza anche privata o qualunque altra forma di controllo dell’impianto. Inoltre il dirigente dei lavori pubblici i, nel novembre scorso, ha smentito l’assessore che aveva parlato di avori di manutenzione straordinaria già svolti quando invece così non è stato”.

Per cui ha concluso il suo intervento chiedendo le dimissioni di Caracausi.

Nella successiva interrogazione (sull’uso e l’assegnazione dei locali dello stadio “Tomasselli) il capogruppo M5S Michel D’Oro ha rilevato che nulla è cambiato dopo che lui lo scorso 21 febbraio ha sollevato la questione, evidenziando che molte società utilizzano i locali da 10 anni senza chiederne il rinnovo annuale.

In un’altra interrogazione sulle condizioni della villa Amedeo e Cordova il consigliere Oscar Aiello, dopo aver ricevuto informazioni dall’assessore Frangiamone che o lavoro di manutenzione straordinaria verranno avviati entro maggio, ha proposto che nel frattempo i giardinieri pubblici verranno dotati di gabinetti chimici.

Lino Lacagnina