Salute

Belice: 54 anni dopo ancora ferito. Sindaci, Stato inadempiente

Redazione

Belice: 54 anni dopo ancora ferito. Sindaci, Stato inadempiente

Ven, 14/01/2022 - 11:12

Condividi su:

Coordinati da Nicolo’ Catania, sindaco di Partanna e coordinatore dei sindaci della Valle del Belice, sette primi cittadini delegati in rappresentanza dei 21 Comuni del Belice hanno incontrato ieri sera il presidente della Regione, Nello Musumeci al Comune di Marsala, per discutere della infrastrutturazione post sisma del territorio del Belice, alla vigilia del 54esimo anniversario dell’evento.

E’ dei giorni scorsi la rivendicazione dei sindaci del Belice rispetto alle promesse del governo nazionale, “ancora una volta inadempiente, e con richieste puntuali mai soddisfatte”. Ieri sera al presidente della Regione sono state avanzate dal coordinamento due richieste: l’apertura di una vertenza nei confronti dello Stato, che veda la presidenza e il governo regionale costituirsi assieme ai sindaci contro il governo nazionale, e la richiesta di finanziamenti per i progetti delle opere pubbliche incompiute e soprattutto quelli relativi alla urbanizzazione primaria, compartecipando attivamente e finanziariamente all’opera di chiusura di questa annosa vicenda.

Musumeci ha confermato la disponibilita’ del governo regionale invitando gli stessi sindaci a presentare in tempi strettissimi entro il mese corrente un elenco di progetti cantierabili per cui e’ gia’ possibile ottenere il finanziamento stanziato pari a dieci milioni di euro, in quanto le risorse, gia’ deliberate lo scorso anno, sono adesso disponibili.

Per la rimanente parte il presidente si e’ ulteriormente impegnato a verificare se e’ possibile recuperare nuovi fondi nell’immediato e a tener conto nella nuova programmazione nel Fondo sociale di coesione, per i progetti rimanenti secondo l’elenco presentato dai sindaci sempre relativo alle opere pubbliche ancora mancanti.

“Concorderemo a stretto giro di posta un incontro tecnico con il Dipartimento interessato per cristallizzare le procedure e avviare concretamente l’utilizzo dei fondi e il finanziamento delle opere che a breve come coordinamento avremo modo di rivedere – dice il sindaco Nicolo’ Catania – il territorio belicino a distanza di oltre mezzo secolo porta ancora le ferite di quel tragico evento”.