Salute

Caltanissetta, Caltagirone (ASP) sulla quarantena non comunicata: “abbiamo applicato il protocollo nazionale”

Redazione 2

Caltanissetta, Caltagirone (ASP) sulla quarantena non comunicata: “abbiamo applicato il protocollo nazionale”

Ven, 26/03/2021 - 20:34

Condividi su:

Il direttore generale dell’Asp di Caltanissetta ha chiuso tutta la polemica che nelle ultime 24 ore aveva scosso la città di Caltanissetta e, in particolare, i genitori di alcuni alunni frequentanti due plessi delle scuole Martin Luther King (Pietro Leone) e Leonardo Sciascia.

“Non c’è stato nessun ritardo ma la mera applicazione del protocollo nazionale” ha sottolineato Alessandro Caltagirone in merito alle presunte comunicazioni di quarantena pervenute in ritardo a persone risultate “contatto di soggetti positivi al Covid da variante inglese”.

“Ciò si è determinato perché l’applicazione del protocollo del Ministero della Salute, che disciplina il tracciamento dei contatti nei casi di variante inglese, prevede una ricerca retrospettiva oltre le 48 ore e prima dell’insorgenza dei sintomi del caso.

Se dall’indagine epidemiologica effettuata risulta che il contatto con il positivo è avvenuto già oltre questo periodo ne deriva che la comunicazione inviata tempestivamente dagli uffici al momento dell’identificazione del contatto non potrà che essere di fine quarantena”.

Il timore dei genitori, infatti, era legato al fatto di aver ricevuto, senza alcun presunto sospetto, una notifica nella quale si comunicava che erano stati esposti – a loro insaputa – al contagio da Covid 19. Il rischio, inoltre, poteva essere stato allargato ad altre persone con le quali erano involontariamente venuti in contatto dal 12 marzo.

“In un’ottica costruttiva – ha concluso il dirigente generale Alessandro Caltagirone – integreremo comunque le comunicazioni inviate ai cittadini con ulteriori informazioni utili per chiarire quanto previsto dai protocolli nazionali da noi applicati in maniera rigorosa”.

Un chiarimento, quello del Manager, che molti genitori hanno ritenuto dovuto e, forse, anche in questo caso tardivo dato lo stato emotivo vissuto nelle ultime 24 ore.

Articoli correlati

Necrologi di Caltanissetta