Salute

Una casa più efficiente con “CappottoMio” e il Superbonus 110%. Senza spese

Redazione

Una casa più efficiente con “CappottoMio” e il Superbonus 110%. Senza spese

Ven, 19/02/2021 - 15:40

Condividi su:

Una casa più efficiente con “CappottoMio” e il Superbonus 110%. Senza spese

Anche in Sicilia c’è una vera e propria corsa alla riqualificazione delle abitazioni in condominio. Grazie al Superbonus del 110%, promosso dal Decreto Rilancio, già dallo scorso 17 luglio è possibile usufruire delle agevolazioni che riguardano l’efficientamento energetico.

Una grande opportunità da non perdere in quanto si può intervenire nella riqualificazione dei propri immobili ma senza dover sborsare delle risorse economiche proprie. Mediante la cessione del credito all’impresa che svolgerà i lavori o attraverso lo sconto direttamente in fattura, chi attiverà questo speciale bonus potrà farlo praticamente a costo zero.

Ma per quali interventi si può richiedere il bonus e quali obiettivi si devono raggiungere per questa speciale ristrutturazione edilizia? Il decreto del Governo nazionale spiega che è possibile cumulare i bonus già esistenti, come ad esempio l’Ecobonus o il Sismabonus, portando al 110% le aliquote da porre in detrazione attraverso l’adesione al Superbonus.

Si dovranno realizzare interventi di efficientamento energetico, come il cappotto termico alle pareti dello stabile o l’utilizzo di nuovi impianti termici, oppure anche attivare opere per la riduzione del rischio sismico. C’è inoltre la possibilità d’installare gli impianti fotovoltaici per ottenere la riduzione della spesa energetica. E guardando a un futuro sempre più sostenibile, il decreto copre anche l’installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

Una tra le proposte più interessanti che sta rivoluzionando il mercato della riqualificazione degli immobili in condominio arriva da Eni gas e luce e si chiama CappottoMio. Unisce gli interventi previsti per l’Ecobonus e il Sismabonus, ovvero efficientamento energetico e sistemi antisismici che renderanno più sicuro il proprio condominio.

Mediante una rete di partner, con selezionati professionisti e imprese di qualità, i condomini saranno seguiti in tutte le fasi necessarie all’attivazione del bonus e agli interventi da realizzare. A partire dal cappotto termico che prevede di attivare una vera e propria coibentazione delle pareti, esterne o interne, del palazzo, impedendo lo scambio caldo-freddo.

In questo modo in estate si resterà maggiormente isolati dal caldo mentre durante la stagione invernale sarà garantito il riparo dal freddo. Questo aspetto è molto importante perché riduce i consumi energetici come quelli dei condizionatori in estate o dei riscaldamenti in inverno.

Con CappottoMio si potrà provvedere anche all’adeguamento energetico mediante la sostituzione delle centrali termiche condominiali. Impianti di ultima generazione che ridurranno i consumi e di conseguenza le spese in bolletta. Per sempre.

Il servizio prevede inoltre la realizzazione degli interventi per il consolidamento antisismico con l’aumento della sezione degli elementi strutturali o il rinforzo sui nodi agli incroci dei pilastri.

Aderendo alla proposta di CappottoMio, che rende attuabile il bonus 110% previsto dal Decreto Rilancio, si potrà ottenere un risparmio energetico che va dal 30 al 50%, con consumi dunque ridotti in bolletta praticamente per sempre.

Una scelta che fa bene alla propria abitazione, con l’eliminazione di muffe, condense e umidità, ma anche all’ambiente perché si riducono le emissioni di CO2 in atmosfera. Un concreto aiuto alla natura oltre a ottenere l’incremento del valore patrimoniale dell’immobile.

CappottoMio permette dunque di utilizzare tutti i bonus previsti, innalzando le percentuali di detrazione anche per Ecobonus e Sismabonus, sfruttando l’Ecosismabonus che raggruppa tutti gli interventi, sia di riqualificazione energetica che le varie misure antisismiche.

Basterà cedere il credito d’imposta all’impresa che è chiamata a fare i lavori e che è partner di Eni gas e luce e non sarà necessario far ricorso a risorse proprie. Serviranno delle procedure tecniche, ma non ci si deve spaventare perché un team di esperti sarà pronto a fornire la massima assistenza già in fase di assemblea condominiale e mantenendo un filo diretto con l’amministratore di condominio. Un lavoro che proseguirà durante l’apertura del cantiere di lavoro e fino alla fase finale per la documentazione conclusiva, quando si potrà finalmente contare su una casa davvero efficiente.