Salute

Rassegna Stampa, Covid. Ridotto il calendario delle udienze al Tribunale

La Sicilia

Rassegna Stampa, Covid. Ridotto il calendario delle udienze al Tribunale

Mar, 19/01/2021 - 10:53

Condividi su:

Rassegna Stampa, Covid. Ridotto il calendario delle udienze al Tribunale

Dopo la decisione degli avvocati penalisti di Caltanissetta, di sospendere le udienze per motivi di sicurezza – troppi presenti, tra personale giudiziario e delle cancellerie, imputati e difensori in aule piccole e dopo il focolaio scoppiato in Procura con alcuni soggetti positivi – ieri mattina si è svolta un’assemblea nell’aula magna Saetta-Livatino.

Erano presenti i vertici degli uffici giudiziari della Corte d’A ppello nissena, a cominciare dalla presidente Maria Grazia Vagliasindi, il presidente di sezione della Corte d’Appello Maria Carmela Giannazzo, il consigliere Giovanbattista Tona, il presidente del Tribunale Daniele Marraffa, dal presidente di sezione Francesco D’Arrigo, e una delegazione di avvocati composta dal presidente dell’Ordine degli avvocati Pierluigi Zoda, dal presidente della Camera Penale Sergio Iacona, da Renata Accardi e Rosario Di Proietto.

Una riunione nella quale si è deciso di ridurre notevolmente il numero di processi penali per singola udienza: i giudici monocratici potranno trattare nel corso di una giornata, solo 10 processi, mentre il Tribunale penale collegiale un massimo di cinque dibattimenti, scaglionati nell’arco della giornata e con comunicazione degli orari previsti.

Il calendario sarà comunicato dal Tribunale all’Ordine degli avvocati almeno due giorni prima della celebrazione delle udienze, con l’orario, in modo da scaglionare l’accesso di ingresso di avvocati, imputati e parti civili.

«Il problema dei nostri uffici è la carenza di spazi adeguati per le aule di udienze – dice la presidente della Corte, Maria Grazia Vagliasindi – è un problema che si portiamo avanti insieme alla complessità di alcuni processi che riguardano la criminalità organizzata del distretto e processi complicati relativi a indagini che hanno avuto come vittime magistrati del distretto della Corte d’Appello di Palermo.

C’è un’emergenza sanitaria in corso e si rivedranno i numeri dei processi da celebrare giornalmente. Il problema è la grossa mole di arretrato che riguarda il settore penale, con 1.326 dibattimenti pendenti al monocratico e 76 davanti al collegio penale. C’è da considerare anche i termini di custodia e la prescrizione che talvolta incombe».

«Abbiamo preso atto della disponibilità dei vertici degli uffici giudiziari di venire incontro alle richieste che abbiamo avanzato – dice Sergio Iacona presidente della Camera Penale nissena – c’è stata una disponibilità e ci riuniremo venerdì prossimo per decidere sulla eventuale sospensione della protesta». Intanto questa settimana saranno numerosi i processi penali che salteranno a causa dell’astensione della Camera Penale sia in Tribunale che in Corte d’Assise e in Corte d’Appello.