Salute

il Fatto dei Piccoli. Covid19, bambini fino a 70% meno predisposti a contrarre virus: protetti da recettori prime mie respiratorie e vaccinazuoni

Redazione

il Fatto dei Piccoli. Covid19, bambini fino a 70% meno predisposti a contrarre virus: protetti da recettori prime mie respiratorie e vaccinazuoni

Ven, 16/10/2020 - 18:32

Condividi su:

il Fatto dei Piccoli. Covid19, bambini fino a 70% meno predisposti a contrarre virus: protetti da recettori prime mie respiratorie e vaccinazuoni

“Ci sono molti fattori, ancora sotto studio, che ci fanno dire perche’ i bambini hanno una minore predisposizione all’infezione da Covid-19, fino al 50% o addirittura al 70% in meno rispetto agli adulti. Sono stati individuati alcuni recettori delle prime vie respiratorie che sembra non permettano l’attecchimento del virus ed aspetti legati a effetti collaterali buoni delle vaccinazioni che fungono da protezione indiretta. Quest’ultimo e’ un dato scientifico abbastanza consolidato”. Lo sostiene Mattia Doria, segretario nazionale delle scientifiche ed etiche della Federazione italiana medici pediatri (Fimp), durante il XIV congresso nazionale Fimp, in corso fino a domani in modalita’ virtuale. Nonostante questi dati scientifici, la guardia deve rimanere alta perche’, ricorda Doria, “siamo passati da un dato di distribuzione dei contagi nella fascia 0-18 anni del 2% a giugno al 5% verso fine agosto, al 6,1% di settembre. Quello che ha preservato di sicuro i bambini dall’infezione- conclude- e’ stato il lockdown”.