Salute

Algoritmo illegittimo: accolto ricorso di una docente nissena.

Redazione 1

Algoritmo illegittimo: accolto ricorso di una docente nissena.

Ven, 03/07/2020 - 10:13

Condividi su:

Algoritmo illegittimo: accolto ricorso di una docente nissena.

Il Tribunale di Termini Imerese, sez. Lavoro, ha accolto totalmente la tesi difensiva degli Avv.ti Francesco Carità (nella foto) e Domenico Chiparo, dello Studio Legale Ribaudo, accogliendo il ricorso proposto dalla docente e imponendo alle amministrazioni il trasferimento nella provincia di residenza.

E’ quanto statuito dal Tribunale di Termini Imerese che dispone l’illegittimità dell’ordinanza n. 241/2016 che dichiara illegittima la preferenza accordata nelle operazioni di mobilità ai docenti risultati idonei al concorso 2012.

Secondo il Tribunale, infatti, dalla lettura del testo legislativo può dunque evincersi che unica priorità in effetti accordata dal legislatore in sede di mobilità riguarda gli assunti entro l’anno scolastico 2014/2015 ed essa appare giustificata dal fatto che si tratta di preferenza nei confronti di soggetti assunti nei ruoli dell’amministrazione scolastica con il vecchio sistema di reclutamento e nell’avere gli stessi maggiore anzianità di ruolo.

Per cui non può essere derogato il principio meritocratico attribuendo illegittime preferenze a particolari categorie di docenti.

I legali si ritengono soddisfatti del risultato ottenuto per aver garantito alla ricorrente di potersi trasferire nel proprio comune di residenza esponendo inoltre che: “E’ illegittima ed irragionevole la disciplina delle procedure di mobilità come regolamentate dell’ordinanza del MIUR. Appare di tutta evidenza, infatti, che l’unico criterio che debba regolamentare le stesse sia quello del principio meritocratico e non frutto di arbitrarie preferenze che inficiano le graduatorie di mobilità”.