Salute

Nelle spiagge impazza il Teqball, il calcio da tavolo: è lui il protagonista dell’estate.

Redazione 1

Nelle spiagge impazza il Teqball, il calcio da tavolo: è lui il protagonista dell’estate.

Lun, 29/06/2020 - 19:10

Condividi su:

Nelle spiagge impazza il Teqball, il calcio da tavolo: è lui il protagonista dell’estate.

Come conciliare distanziamento sociale e voglia di movimento? C’è il Teqball, il cosiddetto calcio da tavolo, che sta letteralmente conquistando le spiagge italiane tanto da diventarne un protagonista assoluto delle vacanze estive dell’era Coronavirus.

Il teqball si presenta come un vero e proprio incrocio fra calcio e ping pong, uno sport da spiaggia che permette a chi gioca di toccare il pallone con i piedi e di rimanere distanziato. In particolare, questo nuovo gioco sta impazzando nella Riviera romagnola dove sono stati installati i caratteristici tavoli curvi di questa nuova disciplina.

Lanciato appena due estati fa, in questa estate 2020, a seguito dell’emergenza Covid e delle esigenze legate al distanziamento sociale, il teqball sta veramente entusiasmando tanta gente. Ovviamente piace ai calciatori, ma anche ai giovani e a quanti intendono trascorrere qualche ora di tempo all’insegna del divertimento.

Il teqball può essere giocato con tutti i tipi di palloni da calcio all’aperto, sia uno contro uno sia a coppie. Una partita può essere giocata in modalità veloce con un set a 21 punti con vittoria a 2 punti di scarto. Oppure con 2 set su 3: in questo caso solo il set decisivo viene giocato a 21 punti. Gli altri invece a chi arriva prima a 20 punti. Per il servizio sono permessi due tentativi per ottenere un punto a suo favore. Ogni 4 punti serviti è obbligatorio il cambio del servizio.

Il giocatore non può toccare la palla due volte di seguito con la stessa parte del corpo (per esempio ginocchio + ginocchio). La palla deve essere rimandata nel campo avversario con al massimo 3 tocchi. Ciò è possibile con l’utilizzo di ogni parte del corpo, eccetto braccia e mani. In doppio, una squadra ha a disposizione 3 tocchi al massimo per rimandare la palla nel campo avversario e in tutti i casi prima deve esserci almeno uno scambio tra i giocatori. Durante il gioco è vietato toccare il tavolo nonché l’avversario.

Insomma, un gioco che si sta rivelando molto praticato e seguito in questa estate nella quale si cerca di conciliare la voglia irrefrenabile di movimento con le regole del distanziamento sociale.