Salute

San Cataldo. Il sen. Dedalo Pignatone sulla possibile sospensione del servizio di mensa per i disabili: “Capisco le difficoltà del Comune ma bisogna trovare una soluzione”.

Redazione 1

San Cataldo. Il sen. Dedalo Pignatone sulla possibile sospensione del servizio di mensa per i disabili: “Capisco le difficoltà del Comune ma bisogna trovare una soluzione”.

Ven, 10/01/2020 - 20:45

Condividi su:

San Cataldo. Il sen. Dedalo Pignatone sulla possibile sospensione del servizio di mensa per i disabili: “Capisco le difficoltà del Comune ma bisogna trovare una soluzione”.

SAN CATALDO. Anche il senatore del M5S Dedalo Pignatone (nella foto) ha preso posizione sulla questione legata alla prospettiva che il servizio di mensa per gli indigenti dell’associazione Disabili possa essere sospeso. Lo ha fatto in una nota sulla sua pagina di facebook. <Dopo ben 22 anni – si legge – il servizio mensa per gli indigenti dell’Associazione Disabili di San Cataldo potrebbe essere sospeso. Per anni questa Associazione aveva fornito pasti caldi e servizi di assistenza ai cittadini indigenti, purtroppo oggi – a causa del dissesto finanziario in cui si trova il Comune – tutti i servizi non ritenuti essenziali dovranno essere tagliati e la mensa dell’Ads rientra tra questi>. Il senatore pentastellato sancataldese ha rilevato: <Capisco le difficoltà del nostro Comune ma questo è un servizio fondamentale per la Comunità ed è necessario trovare una soluzione>. Dedalo Pignatone ha reso noto che <Nei giorni scorsi, lontano dal clamore mediatico, ho tenuto un tavolo operativo con i Commissari che in questo momento stanno gestendo il nostro comune. I servizi ai cittadini sono importanti ma ho evidenziato che quelli destinati a chi è più fragile devono essere valutati con maggiore attenzione. In particolare, da quanto è emerso dal tavolo di lavoro, entro fine mese ci sarà un bilancio da cui si evidenzieranno importanti informazioni per il nostro Comune e per tutti gli enti legati ad esso>. Successivamente ha anche incontrato il presidente dell’Associazione Disabili San Cataldo per ringraziarlo dell’enorme lavoro svolto per la comunità e per confrontarsi con lui sulle varie soluzioni possibili garantendo che, in qualità di portavoce, farà del suo meglio per dare aiuto e sostegno alla sua comunità.