Caltanissetta, torna il Giro d’Italia. Caracausi: “Coinvolgeremo l’intera città”

0
Foto di repertorio. Giro d'Italia, Caltanissetta 10 maggio 2018

“Una bellissima opportunità per la nostra città. Da qui a maggio lanceremo delle iniziative per appassionare e invitare i nostri concittadini all’uso della bici per il tempo libero e per lavoro. L’avvento della pedalata assistita ha aperto una nuova era nell’uso della bicicletta in un territorio non proprio pianeggiante come il nostro”. Così l’assessore comunale allo sport Fabio Caracausi ha commentato la notizia che anche nel 2020, a distanza di due anni, il Giro d’Italia di ciclismo passerà ancora una volta da Caltanissetta. Era il 10 maggio 2018 quando la variopinta kermesse transitò dalla nostra città: da piazza Garibaldi partì la sesta tappa di quel Giro che si concluse in prossimità dell’Osservatorio Astrofisico in cima all’Etna. Fu una giornata di festa sportiva, di totale mobilitazione, in cui l’intera città si colorò di rosa che è il colore della maglia che indossa il leader della storica corsa ciclistica. Il Giro d’Italia 2020 (che è alla 103ª edizione) per la quattordicesima volta partirà dall’estero (il 9 maggio), precisamente dall’Ungheria dove verranno disputate tre tappe. Poi tutta la carovana si trasferirà in aereo in Sicilia e i concorrenti – a partire dal 12 maggio – daranno vita a tre tappe: la Palermo-Agrigento, la Caltanissetta-Etna (Piano Provenzano) e la Catania-Villafranca Tirrena. «Ancora non abbiamo avuto contatti con gli organizzatori – ha precisato l’assessore comunale Caracausi – sappiamo soltanto che questo “regalo” ci viene concesso grazie all’accordo sancito mesi fa dalla Regione Siciliana con Rcs in base al quale il Giro del 2020 avrebbe previsto nella nostra isola tre tappe e che addirittura l’edizione 2021 partirà dalla Sicilia». Poi l’assessore ha aggiunto: «Siamo ovviamente molto contenti di vedere tornare a Caltanissetta i ciclisti tra i quali alcuni molto famosi. Ci daremo da fare per accogliere al meglio il “serpentone rosa”. Ovviamente faremo di tutto per coinvolgere l’intera città». (di LINO LACAGNINA, fonte La Sicilia)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here