Caltanissetta, presentato “Paesaggi di mezzo”: cinque giorni dedicati alle bellezze della Sicilia centrale

0

CALTANISSETTA – Valorizzazione della Sicilia Centrale, un progetto quadriennale, l’EcoMuseo e la collaborazione tra le associazioni. Quattro i punti cardinali declinati nel corso della conferenza stampa di presentazione di “Paesaggi di Mezzo” (svoltasi questa mattina nel complesso monumentale di Santa Maria degli Angeli di Caltanissetta), cinque giornate interamente dedicate al paesaggio dell’entroterra, declinato in tutte le sue possibili desinenze sensoriali.Al tavolo: Daniela Vullo soprintendente ai BB.CC.AA. di Caltanissetta, Giuseppe Cigna dirigente del Servizio Turistico regionale di Caltanissetta, Grazia Giammusso vicesindaco, Ivo Cigna presidente di Legambiente Caltanissetta, Leandro Janni Presidente regionale di Italia Nostra Sicilia e Diego Pletto per Slow Food.

Ivo Cigna ha nel corso del suo intervento sottolineato: “Grazie a tutti gli attori che hanno permesso di realizzare questo evento. Dobbiamo lavorare insieme per coltivare il marketing territoriale. Costruire una rete (associazioni, istituzioni ed imprenditori) per valorizzare il Centro Sicilia. Abbiamo pensato quattro eventi con cadenza quasi annuale per raccontare le quattro stagioni del Centro Sicilia: Paesaggi di mezzo per l’autunno, a seguire nel 2020 la primavera, nel 2021 l’inverno e nel 2022 l’estate. Venerdì segnalo il forum dedicato all’idea dell’EcoMuseo della Sicilia Centrale: un nobile obiettivo che tutti dobbiamo alimentare e tentare di perseguire. In questa edizione coinvolte anche delle scuole nissene. In futuro coinvolgeremo i territori dell’ennese e dell’agrigentino”.

Daniela Vullo, inizia dal complesso monumentale di Santa Maria degli Angeli di Caltanissetta: “Luogo straordinario che apriamo per la prima volta ai nisseni ed a questo evento, con non poche difficoltà. Abbiamo sposato dall’inizio questa idea e questo luogo sarà il centro nevralgico per mostre ed incontri. Spero che possa, mi rivolgo anche ai giornalisti presenti, guadagnare una sua specifica identità, e non essere più semplicemente indicato come cimitero”.

Il vice sindaco del capoluogo nisseno, Grazia Giammusso, evidenzia: “Un progetto maturato, con la preziosa collaborazione di tante associazioni. Noi abbiamo avuto come interlocutore Ivo Cigna che ha coordinato tutto in maniera meticolosa. Valorizzare il nostro territorio ci vede e vedrà sempre partecipi. Ci auguriamo, come Amministrazione, che sia il primo evento di una lunga serie”

Giuseppe Cigna dirigente del Servizio Turistico regionale di Caltanissetta: “Che sia di buon auspicio questo luogo in cui ci troviamo, che rappresenta le origini della città. Il progetto è ampio, molto oltre a quello che appare a prima vista. Proficuo l’approccio sistemico, per un’idea che ha una corposa valenza di medio e lungo periodo: una progettualità da noi condivisa. I nostri canali social daranno ampio spazio a Paesaggi di Mezzo, allestiremo anche uno stand informativo a cui parteciperanno gli studenti dell’Alberghiero. Speriamo che il seme possa germogliare nel profondo sud, nella nostra amata Caltanissetta”

Leandro Janni punta sulla voglia di riscatto della città: “Quando vogliamo, questo luogo lo dimostra, possiamo fare bene. Su questo complesso presentai, circa dieci anni or sono, un esposto alla Procura: adesso grazie ad istituzioni  sane e che lavorano, è un luogo bellissimo da ammirare. Il nostro focus è sull’EcoMuseo della Sicilia Centrale. Esprime una centralità che si oppone alle dissennate politiche regionali che spingono le Aree Metropolitane: dobbiamo avversarle in ogni modo possibile. Questo è un progetto politico-culturale che dobbiamo spingere, favorito dal governo centrale. Curiamo e coltiviamo la consapevolezza della nostra centralità”.

Diego Pletto ha citato alcune delle eccellenze enogastronomiche tipiche che sarà possibile degustare durante gli eventi di Paesaggi di Mezzo. Saranno a cura di Slow Food i tre laboratori sensoriali e del gusto dedicati alle degustazioni della “cotognata”, dei formaggi a latte crudo e della tradizionale “n’ggiammella” sancataldese. E per restare in tema gusto sarà, inoltre, allestita un’area food per scoprire e assaporare i principali piatti e cibi tipici della stagione autunnale.

Ma “Paesaggi di Mezzo” vuole scandagliare l’entroterra siciliano su tutti i fronti, e per farlo dedica un’intera parte del programma a visite guidate, trekking e passeggiate naturalistiche: dal centro storico di Caltanissetta alla Solfara Persico-Gabara di San Cataldo, dalle Tenute Lombardo alla Riserva naturale orientata del Lago Soprano di Serradifalco. E ancora il Borgo Santa Rita e l’azienda Cancemi, custode dell’antico grano siciliano “Perciasacchi”, l’azienda olivicola di Luigi Giangreco e il Frantoio Polizzi, per concludere con Monte Capodarso (RNO) e i suoi tesori: siti archeologici, grotte minerarie, fauna e flora endemica. Arte e intrattenimento sono un altro importante aspetto curato da “Paesaggi di Mezzo”, che offrirà spazio a mostre iconografiche, fotografiche e pittoriche che illustrano in un racconto per immagini tutta la varietà, la bellezza, le stratificazioni e le problematiche legate proprio al paesaggio più interno dell’Isola. Il tutto accompagnato da performance di musica live, da Francoise e le Coccinelle al Coro Don Milani, da i Baddarò ai Jumpin’up alla cantautrice Oriana Civile.

Per maggiori informazioni, prenotazioni e dettagli sul programma è possibile contattare i numeri 320 1121940 e 339 3591755 o consultare la pagina Facebook https://www.facebook.com/paesaggidimezzo/

e la pagina Facebook dell’evento: https://www.facebook.com/events/486570825528351/

oltre al profilo Instagram: paesaggidimezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here