Montante. Anm Caltanissetta: “Piena solidarietà a magistrati. Abnormi dichiarazioni legale, Pm equilibrati nel giudizio”.

0

CALTANISSETTA – La Giunta distrettuale della Anm di Caltanissetta esprime “piena ed incondizionata solidarieta’ nei confronti dei colleghi che si sono occupati a vario titolo” dell’inchiesta sul ‘sistema Montante’ definendo “abnorme le affermazioni” di un legale dell’imputato che il giorno prima della sentenza ha sostenuto che “il potere mafioso vuole abbattere” l’ex presidente di Confindustria Sicilia e che quindi la magistratura “inconsapevolmente allineata sta dando un forte contributo alla sua vittoria”. “La Giunta distrettuale della Anm – si legge nel documento – preso atto delle dichiarazioni rilasciate ad organi di stampa da uno dei difensori di Antonio Calogero Montante rese il giorno prima della pronuncia della sentenza in relazione al processo che si stava celebrando nei confronti di quest’ultimo e con le quali si e’ affermato che in questa vicenda il potere mafioso che vuole ‘abbattere’ Montante e’ risultato ‘allineato a quello giudiziario, che inconsapevolmente sta dando un forte contributo alla sua vittoria’ – prosegue la nota della Giunta distrettuale dell’Anm di Caltanissetta- evidenzia come tale abnorme affermazione, che, anche per la sede in cui e’ stata resa, esula dall’esercizio del diritto di difesa, e’ smentita nei fatti in quanto l’azione giudiziaria della Procura della Repubblica di Caltanissetta e’ stata ed e’ da sempre improntata al contrasto alla criminalita’ organizzata”. La Giunta distrettuale dell’Anm di Caltanissetta, conclude il documento, “manifesta piena ed incondizionata solidarieta’ nei confronti dei colleghi che si sono occupati a vario titolo della vicenda, nell’assoluta consapevolezza che rimarranno saldi la serenita’ di giudizio e l’equilibrio della magistratura nissena, anche a fronte di tentativi di condizionarne e delegittimarne l’operato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here