Caltanissetta, il bosco Imera sommerso dai rifiuti dopo il 25 aprile: video e foto

1

CALTANISSETTA – Ha colpito ancora la barbarica orda famelica dei gitanti: il post 25 aprile “disegna” un bosco Imera sommerso dai rifiuti, dal pattume, da ciò che gli ignobili gitanti, adoratori delle “grigliate” in libertà, hanno lasciato sul posto. La segnalazione, corredata da un video e da foto “esplicative”, giunge dal nisseno Ivan Benza che animato da senso civico ha voluto immortalare lo scempio compiuto da nisseni e non solo.

Un “the day after” che lascia senza parole. Un grado di inciviltà senza pari, un’assoluta mancanza di senso di appartenenza e tutela del bene pubblico (ed ambientale), una evidente crescita dell’egoismo e del disprezzo magari anche condito dall’immancabile selfie che “ferma” il momento: il selfie sì, dieci minuti per ripulire no.

Ed gli “allegri” propagatori di immondizia, dopo una giornata felice, sono risaliti in auto, andando via come se nulla fosse: non ci sono parole adatte, solo l’amarezza, la delusione e la preoccupazione che anche questi “moderni” barbari avranno il diritto di recarsi alle urne per esprimere il loro voto.

La civiltà muore accartocciata, soffocata, dentro un sacchetto di plastica chiuso, ricolmo di rifiuti, abbandonato in un bosco.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here