Vittoria dell’equipaggio nisseno Lo Cascio-Castelli su Citroen al Rally Cefalù

0

Bis di successi all’ombra della Cattedrale Normanna per il giovane equipaggio nisseno di CST Sport alla fine dell’esaltante duello con Runfola – Federighi su Renault Clio, poi scivolati al 5° posto per penalità. Sul podio le Renault Clio Super 1600 di Gandolfo – Buscemi e Casano – Orio. Gara spettacolare accompagnata dal grande pubblico.

Salvatore Lo Cascio e Michele Castelli, portacolori CST Sport su Citroen Saxo VTS in versione kit hanno vinto il 3° Rally Cefalù Corse. Il pilota vincitore dell’edizione 2018 ed il co-driver che vinse l’edizione d’esordio nel 2017, hanno entrambi iscritto per la seconda volta il loro nome nell’albo d’Oro della competizione. Un avvincente duello sul filo dei decimi di secondo tra i vincitori ed il duo di casa Marco Runfola e Corinne Federighi su Renault New Clio R3C, impetuosi protagonisti ed alfieri della Project Team. Runfola si è imposto nelle prove 1,2, 5 e 6 ed ha accusato un gap di soli 9 decimi di secondo dai vincitori, che hanno attaccato efficacemente a fondo con gli scratch nelle PS 3 e 4 ed hanno difeso la leadership nel finale. Runfola – Federighi sono retrocessi in 5^ posizione dopo che il Collegio dei Commissari ha inflitto una penalità per taglio di chicane. Al tenace duo portacolori Project Team, è andato comunque il Trofeo “Angelo Castiglia”, il mai dimenticato giovane ed appassionato pilota, come miglior equipaggio cefaludese.Seconda piazza per l’equipaggio agrigentino formato da Pietro Gandolfo e Giuseppe Buscemi su Renault Clio Super 1600, autori di una entusiasmante rimonta dopo aver risolto qualche all’interfono, costata posizioni preziose sulle prime PS. Gli agrigentini dopo il quarto crono si sono portati in posizione da podio. In terza posizione come nel 2018 i bergamaschi Alessandro Casano e Mattia Orio, l’equipaggio bergamasco della TAC Motorsport in gara d’allenamento ed in rimonta sul finale, con il pilota che ha accusato uno stato fisico non ottimale, ma che sull’ultima prova ha attaccato e sopravanzato di 9 decimi di secondo il palermitano di Island Motorsport Alessio Profeta, navigato da Sergio Raccuia, 4° alla fine e purtroppo limitato dal non aver trovato un assetto ottimale per la sua Renault Clio S1600.A congratularsi con i protagonisti del 3° Rally Cefalù Corse e con gli organizzatori del round inaugurale del TrofeoRally Sicilia, Rosario Lapunzina, primo cittadino di Cefalù, unitamente alla rappresentanza del Comune di Pollina, i due centri al fianco della competizione che anche per la sua terza edizione ha registrato il pieno successo di pubblico grazie al grande spettacolo dei rally. Soddisfazione espressa anche dai vertici 2Gem, l’azienda toscana leader negli schermi a led, partner dell’evento.

“Siamo felici del risultato che condividiamo con il team e con CST Sport – ha dichiarato Lo Cascio – dopo le prime due prove con il team Lombardo abbiamo apportato delle decisive ed efficaci modifiche d’assetto ed abbiamo attaccato a fondo. Abbiamo preso il comando, ma fino alla fine abbiamo dato il massimo perché nulla è stato scontato fino al traguardo sul Lungomare di Cefalù”-.

Top Ten 3° Rally Cefalù Corse: 1 Lo Cascio – Castelli (Citroen Saxo VTS Kit) in 24’29”1; 2 Gandolfo – Buscemi (Renault Clio S1600) a 28”; 3 Casano – Iorio (Renault Clio S1600) a 24”59; 4 Profeta – Raccuia (Renault Clio S1600) a 30”8; 5 Runfola – Federighi (Renault New Clio R3C) a 30”9; 6 Casella – Arlotta (Renault Clio S1600) a 38”6; 7 Lombardo – Guttadauro (Peugeot 106 1.6 16V) a 42”5; 8 Mattina – Carrubba (Renault Clio S1600) a 49”6; 9 Vara – Messina (Renault New Clio R3C) a 53”2; 10 Riolo – Rappa (Renault New Clio R3C) a 56”7.