Cmc chiede concordato preventivo, timori in Sicilia. Assessore Falcone: “Ecco perchè avevo ispezionato Ss640 Caltanissetta-Agrigento”

1
Ultimato lo scavo della seconda canna della galleria

 La societa’ Cmc, l’azienda di costruzioni ravennate, gia’ in grande sofferenza, ha chiesto di accedere al concordato preventivo. “Quello che avevamo preannunciato piu’ di un mese fa si e’ puntualmente verificato”, dice l’assessore regionale delle Infrastrutture, Marco Falcone. Lo scorso 30 ottobre l’assessorato aveva disposto un’ispezione nei cantieri della Ss 640 Caltanissetta-Agrigento, riscontrando “un’ingiustificata battuta d’arresto nei lavori”. Preoccupazione era stata manifestata sull’andamento dei due grossi cantieri siciliani della Cmc, la strada degli scrittori Caltanissetta/Agrigento e la Agrigento/Palermo-Bolognetta: “Tali lavori vanno adesso maggiormente monitorati, cosi’ come occorre un’azione di tutoraggio sui lavori della Metropolitana di Catania svolti da Cmc per conto della Ferrovia Circumetnea”. Gia’ oggi la Regione ha chiesto al ministero dello Sviluppo economico di convocare un tavolo tecnico: “Il governo Musumeci vuole rapidamente capire se ci sono ancora le condizioni affinche’ Cmc rimanga in Sicilia per completare le opere, o se invece non sia arrivata l’ora, per la societa’, di passare la mano”.

1 COMMENTO

  1. “Come volevasi dimostrare”! Abbiamo anche noi ora la nostra Salerno-Reggio Calabria!
    Lo diciamo con rabbia infinita!

Comments are closed.