Avvisaglie d’influenza: una settimana da 71.000 malati 

0

ROMA- L’influenza di stagione inizia a ‘colpire’: nella 43esima settimana (22-28 ottobre) del 2018, l’incidenza e’ di 1,17 casi per mille assistiti (del 2,36 per i bimbi da zero a quattro anni; sotto lo ‘zero virgola’ nelle altre classi d’eta’). Ancora ‘pochi’: i numeri, infatti, non si sono ancora impennati, ma il trend e’ di crescita e, nel diffondere l’aggiornamento, il Dipartimento Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanita’ sottolinea che “l’incidenza osservata in alcune regioni e’ fortemente influenzata dal ristretto numero di medici e pediatri che hanno inviato, al momento, i loro dati”. In totale, l’ultima settimana di ottobre, in tutta Italia 575 dottori hanno segnalato 880 malati di influenza mentre erano 870 la settimana precedente su indicazione di 717 medici; alcune regioni ‘soffrono’ piu’ di altre: 233 casi segnalati arrivano dalla Lombardia, 142 dalla Sicilia, 120 dall’Abruzzo, 65 dal Lazio, 63 dal Piemonte, 55 dalla Puglia, 54 dalla Toscana. Piu’ ‘indietro’Emilia-Romagna (39), Liguria (30), Veneto (28) e Friuli Venezia Giulia (20); le altre regioni hanno numeri ancora piu’ bassi. Per il Dipartimento Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanita’, che definisce l’attivita’ della sindrome influenzale “ai livelli di base”, proiettando su tutta Italia i casi segnalati si puo’ dire che di influenza patiscono gia’ circa 71.000 persone solo in quella settimana, per un totale di circa 125.000 casi a partire dall’inizio della sorveglianza sul virus (la popolazione degli assisti in sorveglianza e’ mediamente pari a 844.458 persone per settimana, l’1,4% dell’intera popolazione italiana).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here