Mussomeli, la minoranza consiliare: “Cardinale e Polito arroganti e tracotanti”. In aria ipotesi di querela per diffamazione

0

MUSSOMELI- Pesantissimo il commento che l’opposizione consiliare palesa nei confronti di due esponenti della C.G.I.L., Polito e Cardinale, non più nella loro veste di sindacalisti ma nell’esercizio della loro professione: l’infermiere. Già, solo qualche settimana fa, Polito e Cardinale erano intervenuti a mezzo stampa contro l’opposizione consiliare, non per portate avanti battaglie politiche o sindacali, ma per rivendicare la dignità del loro ruolo sanitario. A distanza di tre settimane circa, l’opposizione rompe gli indugi ed entra in merito a quelle che ritiene essere, non una difesa della professione ma un tentativo vacuo, di innescare polemiche sterili ed inopportune. Addirittura fa di più. Etichetta come arroganti e tracotanti i due infermieri, valutando eventuale denuncia, nei confronti di Polito, per diffamazione. Questo è il testo integrale del comunicato stampa. “I gruppi di minoranza PDL, PID e NOI MUSSOMELI intervengono in merito alle dichiarazioni rilasciate il 5 c.m. dagli infermieri Salvatore Cardinale e Lillo Polito. In dette dichiarazioni, infatti, il sig. Cardinale ci accusa di avergli offeso la dignità professionale e personale per il solo fatto di averlo chiamato per ben due volte con il titolo di studio di infermerie; il sig. Polito ci accusa di essere manovrati da qualcuno che, forse per mancanza di coraggio,  evita di identificare. Ciò premesso, segnaliamo ai lettori che il nostro intervento del 27 settembre scorso non interessava questi personaggi, nascosti peraltro dietro una sigla sindacale, è infatti evidente che l’intervento, di natura solo politica, è di critica nei confronti del Sindaco, al solo fine di stimolarlo per instaurare un dibattito politico, tramite la convocazione di un Consiglio comunale straordinario. Evidentemente, l’arroganza e la tracotanza di questi personaggi li autorizza ad intervenire nel dibattito politico locale, andando quindi fuori da quelle che sono le loro competenze, al solo fine di innescare una polemica sterile, inutile ed offensiva nei nostri riguardi. Per quanto sopra detto, rispediamo al mittente questi atteggiamenti quasi intimidatori, evidenziando che la professione di infermiere professionale, rappresenta una figura fondamentale del nostro sistema sanitario per cui, sia come politici sia come cittadini, manifestiamo il massimo rispetto e la massima stima per chi questa professione la svolge, dispiacendocene se al sig. Cardinale potrebbe arrecare problemi. Al sig. Polito evidenziamo che gli scriventi sono dotati di buona intelligenza, di cultura e di capacità di analisi tali da renderci pienamente consapevoli e liberi delle nostre idee e delle nostre azioni, senza che nessuno possa indirizzarci o manovrarci. Sig. Polito, sappia che la sua affermazione potrebbe essere motivo di querela per diffamazione e falso e che il metodo intimidatorio usato nel suo linguaggio non sortirà alcun effetto su di noi, così come potrebbe ottenerlo in altri ambienti.