Caltanissetta, agricoltura da tutelare. Il sindaco Ruvolo incontra l’assessore regionale Bandiera

0

CALTANISSETTA – Produzioni cerealicole di qualità e grani antichi, filiera del torrone e produzione dolciaria, un’efficace tutela delle produzioni locali dalla concorrenza dei prodotti extra Ue. Sono alcune delle linee guida del Comune di Caltanissetta per lo sviluppo dell’agricoltura e dell’agroalimentare nel centro Sicilia che il sindaco, Giovanni Ruvolo e l’assessore allo Sviluppo economico, Giovanni Guarino, hanno presentato all’assessore regionale per l’Agricoltura, Edy Bandiera, nella sede di viale della Regione a Palermo.

Per il sindaco, Giovanni Ruvolo, si è trattato di un incontro dall’esito positivo. “L’assessore Bandiera ha condiviso le linee che il Comune di Caltanissetta vuole portare avanti, garantendo il sostegno della Regione con un’attenzione a tutto il mondo della produzione agricola e in particolare al settore cerealicolo”, spiega il primo cittadino nisseno. “Si tratta di un settore messo a rischio dall’ingresso di prodotti esteri con costi di produzione bassissimi con cui i nostri agricoltori non possono competere”, aggiunge l’assessore Guarino.

Il Comune di Caltanissetta intende dare valore alla filiera cerealicola, incrementando i processi di trasformazione del grano in prodotti più evoluti come ad esempio la trasformazione delle parti residuali della produzione e le farine; la valorizzazione dei grani antichi, che contengono una migliore qualità del glutine; l’implementazione della filiera del torrone con la produzione di mandorle, pistacchi e miele e la trasformazione in prodotti dolciari tra cui il torrone. “Un dolce che rappresenta una filiera completa di prodotti della nostra terra”, hanno spiegato Ruvolo e Guarino all’assessore.

“L’economia del centro Sicilia deve fondarsi sulle produzioni agricole e l’agroalimentare, che sono abbinati allo sviluppo turistico e alla valorizzazione dei borghi rurali come già oggi accade nel nostro comprensorio – aggiunge il sindaco Ruvolo -. Abbiamo chiesto che se ne tenga conto nelle politiche del governo regionale e quindi nella pianificazione dell’assessorato all’agricoltura. Su questi argomenti – afferma Ruvolo – c’è stata la convergenza dell’assessore Bandiera, che si è detto disponibile a sostenere le iniziative del Comune”.

Tra quelle messe in campo vi sono la delibera di giunta per un’equa applicazione del Ceta, il trattato di libero scambio con il Canada, la delibera d’istituzione di un campo sperimentale e del genoma autoctono di pistacchi e mandorle, avviato presso l’azienda agraria dell’Istituto scolastico “sen. A. Di Rocco” insieme alla facoltà di Agraria dell’università di Palermo; il percorso per il riconoscimento Igp del torrone di Caltanissetta e le iniziative avviate per la valorizzazione del dolce tipico nisseno con il festival del torrone siciliano di Caltanissetta e il gemellaggio con Cremona.

Condividi

Lascia un commento