Rallylegend, Island Motorsport nella Top Ten: nella categoria Historic, settima piazza assoluta di De Marco e del nisseno Di Prima

0

SERRAVALLE Archiviata positivamente la trasferta in quel di San Marino, teatro del celebre 15° Rallylegend lo scorso fine settimana. Per il nisseno Eros Di Prima, vice presidente della Island Motorsport, in veste di navigatore alla destra del gentleman driver Marco De Marco, la soddisfazione di centrare la settima piazza assoluta nella categoria “Historic”, riservata a modelli fabbricati dal 1947 al 1985.

L’equipaggio siculo-pugliese, presentatosi al via su Audi Quattro A2 del 1983 curata dal team Balletti, si è reso autore di una performance in crescendo, affrontando col giusto piglio la tre giorni di gara articolata su dieci prove speciali.

«Soddisfatti del risultato e nulla da eccepire su un’auto che si è dimostrata altamente affidabile, robusta e performante – ha raccontato Di Prima – Da sottolineare che debuttavamo al volante dell’Audi ma che, una volta instaurato un sufficiente feeling col mezzo, abbiamo proseguito con maggiore scioltezza ed efficacia. Probabilmente, se avessimo avuto a disposizione qualche chilometro in più, ci saremmo ulteriormente migliorati, ma tant’è».

La kermesse sammarinese, come da tradizione, ha regalato spettacolo ed emozioni al numeroso pubblico che ha assistito alla parata di campioni e vetture che hanno fatto la storia del rallysmo mondiale.

Classifica finale 15° Rallylegend Historic

  1. Bianchini-Darderi (Lancia Rally 037) in 1h05’17”8; 2. Calzolari-Costa (Ford Escort Rs) a 1’33”8; 3. Cesarini-Gabrielli (Ford Escort Rs) a 2’40”; 4. Rosati-Toccaceli (Talbot Lotus) a 3’40”1; 5. Covini-Brega (Lancia Rally 037) a 3’52”8; 6. Tonelli-Debbi (Ford Escort Rs) a 5’01”7; 7. De Marco-Di Prima (Audi Quattro) a 7’00”6; 8. Raschi-Selva (Volkswagen Golf Gti) a 7’12”8; 9. Battistolli-Cazzaro (Fiat Abarth 131) a 8’36”3; 10. Biasiolo-Baldani (Morris Mini Cooper) a 11’49”8.
Condividi

Lascia un commento