Caltanissetta, patto d’azione tra Pd, Mazza e Licata. “Questa amministrazione è una barca che affonda, si cambi o si azzera tutto”

11

palazzo del carmineCALTANISSETTA – “Questa amministrazione è una barca che affonda. O si inverte la rotta o andremo all’opposizione”. Il consigliere Salvatore Licata di “Sicilia Futura” è forse l’unico a prendere una posizione più netta in una conferenza stampa, quella che si è tenuta questa mattina a Palazzo del Carmine, dove gli altri due, Ivo Cigna, segretario del Partito Democratico e Salvatore Mazza, consigliere di Cambiare Caltanissetta, sostanzialmente hanno rinnovato il proprio disappunto verso un’amministrazione comunale che non sta mantenendo le promesse fatte in campagna elettorale nei confronti di alleati ed elettorato. Il vero e proprio ultimatum dunque è quello di Salvatore Licata che fa un invito al sindaco Giovanni Ruvolo e allo stesso Partito Democratico. “Non siamo stati messi nelle condizioni di salvare la barca che affonda. Abbiamo chiesto e chiediamo di fare gioco di squadra ma se entro un massimo di 15 giorni le cose non cambiano chiediamo al Partito Democratico di aprire la crisi e passare al successivo azzeramento della giunta”. I tre hanno firmato un documento politico consegnato in sede di conferenza stampa. “Dopo due anni dall’ultima elezione amministrativa – scrivono gli alleati politici – che ha portato alla vittoria dell’Alleanza per la città, sperimentazione originale di collaborazione tra civismo e partiti, non possiamo non condividere la profonda e diffusa delusione per gli scarsi risultati ed obiettivi fin qui conseguiti dall’amministrazione Ruvolo. Questa amministrazione, che ha sicuramente ereditato grossi problemi del passato, a cui se ne sono aggiunti nuovi, ha realizzato soltanto una piccolissima parte del programma dell’Alleanza per la Città, riuscendo a concretizzare poco per l’auspicato slancio dell’azione amministrativa, sperata dai cittadini al momento del voto. Il Partito Democratico e i gruppi e i movimenti politici che si richiamano all’Area Riformista e Democratica non intendono certo tirarsi fuori da eventuali errori o responsabilità pregresse ma rifiutano nettamente l’idea del tirare a campare, finalizzato solo a conservare qualche posizionamento. Occorre una nuova ripartenza, ancor di più dopo le divisioni registrate all’interno di alcune forze politiche di maggioranza. Chiediamo innanzitutto un confronto non formale che abbia come presupposto la volontà di tutti (innanzitutto del sindaco Ruvolo) di fondare l’azione amministrativa su un’effettiva rappresentatività e collegialità che non può prescindere da una continua verifica con i gruppi consiliari, i partiti ed i movimenti politici, le forze sociali e l’associazionismo. Per parte nostra stiamo lavorando in questa direzione, consolidando i raggruppamenti politici che in consiglio comunale si riconoscono nell’area democratica e riformista mediante un patto di azione e di consultazione permanente tra il Partito Democratico, Sicilia Futura e Cambiare Caltanissetta. Intesa che non può non partire da un forte coordinamento dell’iniziativa politica dei consiglieri che in queste forze si riconoscono. Nei prossimi giorni – conclude il documento – chiederemo un incontro ufficiale con le altre forze che hanno dato vita all’Alleanza per la Città (Polo Civico e Udc), per analizzare le criticità sopra evidenziate, per registrare la reale volontà di superarle e per individuare le comuni iniziative necessarie all’avvio di una rinnovata azione politica amministrativa”.

Condividi

11 Commenti

  1. Ma non ricavereste più consensi con un atto di dignità dimettendovi?ma davvero pensate che noi cittadini siamo così sciocchi nel credere alle vostre chiacchiere?Ma smettetela di raccontare frottole a cui neppure i bambini credono

  2. Ipotizzate un patto di azione congiunta?… davvero dobbiamo iniziare a preoccuparci?
    “Cambiare Caltanissetta? ” tranquilli è già cambiata , se ne sono accorti tutti i nisseni.

  3. Cigna , Licata e chi? Ah Mazza…. Ahahahah PATETICI BUFFONI!!
    Ehhhhhh un sassittaru macari UDC e Moderati altrimenti il circo era al completo!

  4. fa davvero ridere sentire che la barca affonda mentre Ruvolo parla di gufi e foresta che sta crescendo. La verità è che stanno arrivando le elezioni regionali, i partiti ed i loro candidati sono terrorizzati al pensiero di doversi candidare con alle spalle l’effetto Ruvolo. Ora ci racconteranno che con il rimpasto tutto andrà bene e che per la Regione ci sono grandi prospettive. Basta. Non si possono prendere più in giro i cittadini. Ruvolo è inadeguato, voi siete inadeguati (del resto gli assessori li hanno messi i partiti)!! Fate un favore a tutti, fate un atto di dignità e liberateci della vostra Amministrazione!!!

  5. Sarebbe bello, oltre che sorprendente, vedere qualcuno che dalle parole passi davvero ai fatti. Parlavate tutti prima, Ruvolo in testa. Parlate tutti adesso e vi riunite con l’aria di quelli che hanno capito tutto e, tutto possono d’incanto risolvere. Ahinoi, parlerete ancora in futuro. Ma avete mai seriamente preso in considerazione l’ipotesi di dimettervi tutti ? Uno scatto di orgoglio e dignità. Quello si che sarebbe un segnale di fiducia del quale i cittadini hanno bisogno. Ma, i fatti come sempre sono altra cosa.
    Lasciare la poltrona ? Non scherziamo, meglio parlare di disappunto, di “ripartenza e di consolidamento dei raggruppamenti politici ecc. ecc.”. Insomma parole. Giusto per rifiutare l’idea di tirare a campare, tirando a campare.

Comments are closed.