Butera. Approvate in consiglio comunale le misure correttive relative a quanto deliberato dalla Corte dei Conti.

0

butera +BUTERA. Il consiglio comunale ha preso atto delle misure correttive relative alla delibera con la quale la Corte dei Conti aveva evidenziato “criticità” in ordine alla situazione finanziaria del Comune. Nella relazione dell’amministrazione comunale è stato evidenziato: “si confermano le misure correttive messe in atto dall’Ente già nell’esercizio finanziario 2012 e confermate negli esercizi successivi; inoltre in ottemperanza all’ordine della Corte, si propone come misura correttiva di considerare il maggiore avanzo applicato pari a 285.540,58 euro come disavanzo di amministrazione che sarà applicato al bilancio di previsione e che, quindi, tutte le entrate, le disponibilità e i proventi derivanti da alienazione di beni patrimoniali disponibili, ad eccezione di quelle provenienti dall’assunzione di prestiti e di quelle aventi specifica destinazione per legge, saranno utilizzate per l’esercizio 2016 e per i due successivi 2017 e 2018 (95.180,20 euro per ciascun esercizio finanziario) per ripianare la quota di avanzo non correttamente applicata”. L’ente comunale s’è anche impegnato a velocizzare gli incassi dei residui attivi e ad attuare un forte contenimento della spesa corrente limitandola alla disponibilità di cassa, alle spese obbligatorie e alle spese necessarie per garantire il mantenimento dei servizi esistenti; inoltre è stato evidenziato che le aliquote tributarie approvate dal consiglio comunale nel 2014 sono diminuite e la legge di stabilita 2016 impedisce di aumentare le aliquote comunali nel 2016 ad eccezione della Tari, si punta ad un aumento delle entrate correnti, velocizzando l’emissione dei ruoli Imu e Tares/ Tari. Il consiglio comunale ha approvato all’unanimità dei presenti il provvedimento.

Condividi