Agrigento celebra Pirandello. Ottant’anni fa la consegna del Nobel

0

AGRIGENTO – Agrigento celebra Luigi Pirandello ad 80 anni dall’assegnazione del Nobel con rappresentazioni, conferenze, letture, itinerari, videomessaggi e film corti. Fino al 14 dicembre un programma fitto di eventi per condividere i valore dell’eredità lasciata dal noto drammaturgo. Da ieri mattina, al Teatro Pirandello, e fino al 3 dicembre, come da 51 anni, tra gli appuntamenti più attesi dedicati al grande drammaturgo, è il Convegno organizzato dal Centro nazionale di Studi Pirandelliani, in memoria di Enzo Lauretta, suo presidente per dieci lustri. Oggi in programma anche la seconda giornata della XII Rassegna nazionale del cortometraggio, che vede protagonisti gli studenti. In chiusura, l’assegnazione dei Premi Pirandello.

Le  celebrazioni per gli 80 anni dalla consegna del Premio Nobel, che causalmente coincidono con i 78 anni dalla morte del drammaturgo, riprenderanno il 10 dicembre alle 10, alla biblioteca museo Luigi Pirandello con “Incontro con l’autore: Stefano Milioto”, saggista, scrittore, presidente del Centro Studi Pirandelliani ed intimo amico di Enzo Lauretta. Nel pomeriggio, dalle 16,30, alle Officine delle Arti di via Celauro, Pirandello Stable Festival presenta “Le voci di Pirandello – Due giorni a Stoccolma”, azione scenica ideata e diretta da Mario Gaziano con Ilaria Bordenca, Franco Di Salvo, Maria Grazia Castellana, Alfonso Marchica, Alfio Russo, Angelo Provenzano, Oriana Paolocà, con Nenè Sciortino e la partecipazione di Nino Bellomo. Introdurrà Nino Agnello. Dalle 17,30, invece, alla Biblioteca Museo Pirandello, sarà il momento di “Pirandello e la cultura agrigentina” a cura del Laboratorio Vallicaldi e con il coordinamento di Beniamino Biondi, con Tano Siracusa, Giandomenico Vivacqua, Matteo Collura, Fausto D’Alessandro, Diego Romeo con la sua “Passione secondo Agrigento” e gli attori del Piccolo Teatro Pirandelliano. Nel corso della serata sarà proiettato un cortometraggio realizzato dagli studenti del Liceo Classico “Empedocle” su un testo di Pirandello.

 Il giorno successivo alla Biblioteca Museo Luigi Pirandello, dalle 10, è in programma la rappresentazione teatrale per le scuole: “Il berretto a sonagli ” di Luigi Pirandello, a cura dell’Accademia Teatrale di Sicilia di Enzo Alessi. Il 13 dicembre, alle 9,30, sempre alla Biblioteca Museo Luigi Pirandello il Laboratorio Vallicaldi presenta “Pirandello, il teatro e gli 80 anni del Nobel” dedicato alla memoria di Mariuccia Linder, Pippo Montalbano, Enzo Lauretta con Giovanni Sardone, Lia Rocco, Rosamaria Montalbano, Enzo Alessi, Giusy Carreca, e infine Giovanni Moscato e Nino Bellomo, che reciteranno brani dall’atto unico “All’uscita” di Pirandello. Condurrà Egidio Terrana.

Evento conclusivo delle celebrazioni il 14 dicembre, dalle 18, al teatro Luigi Pirandello con l’attrice Paola Pitagora che presenta “Agrigento tra memoria e identità”. In programma una conversazione con Salvatore Ferlita e Alfonso Maurizio Iacono. Sono previste video-testimonianze del Premio Nobel Dario Fo, dello scrittore Andrea Camilleri e dell’attore e regista Giorgio Albertazzi.

I monologhi tratti dall’opera pirandelliana saranno affidati a Sebastiano Lo Monaco e Vincenzo Pirrotta. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Porto Empedocle, col patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana, del Comune di Agrigento, della Biblioteca Museo Luigi Pirandello e del Distretto Turistico Valle dei Templi. Le celebrazioni potranno diventare un appuntamento fisso tra gli eventi del cartellone unico organizzato per la Strada degli Scrittori. Dal primo al 14 dicembre sarà anche possibile prenotare per partecipare all’itinerario lungo la Strada degli Scrittori “Luigi Pirandello e la sua Girgenti – Dalla Letteratura all’Arte”, a cura di Ecclesia Viva.

Per informazioni e prenotazioni 327 7549152, oppure ecclesiaviva@gmail.com