Un gruppo di visitatori di Capizzi in visita al presepe di San Domenico

1

Presepe-1CALTANISSETTA – Comitato di quartiere San Domenico- Anche quest’anno il presepe vivente organizzato a San Domenico dal Comitato di quertiere e dalla parrocchia si sta rivelando  “nuovo” nella capacità da parte dell’organizzazione di coinvolgere i cittadini a recitare per 7 giorni dalle 19,00 alle 22,00. Un esempio di cittadinanza attiva vera, di quella realizzata con i fatti e non sbandierata  perchè “la cittadinanza attiva” oggi va di moda. Il presepa vivente è diventata una realtà che attira turisti. Un gruppo parrocchiale di 100 fedeli venuti da Capizzi ha affollato il presepe di San Domenico. Per un’intera giornata gli amici di Capizzi hanno  visitato Caltanissetta, accogliendo l’invito di don Antonio Lo Vetere parroco di San Domenico. L’intuizione di vendere fuori dalle mura cittadine un’idea che è nata nella semplicità, cinque anni fa, ha avuto successo.” E’ importante non perdere la genuità che ha caratterizzato il lavoro di solidarietà realizzato dagli abitanti del quartiere Angeli: è questo che ci ha fatto andare avanti”, ribadisce il Presidente del Comitato di quartiere Settimo Ambra. “Speriamo di crescere sempre più e sempre meglio nelle prossime edizioni.”

1 COMMENTO

  1. Questo è un esempio di come si può andare oltre la burocrazia e la retorica.
    Il Presepe vivente, fortemente voluto dalla Parrocchia e dal Comitato di Quarstiere S. Domenico, nella sua smplicità e partecipazione degli abitanti del Quartiere Angeli, è la dimostrazione di come si può rivalutare e rivitallizzare una zona come lo storico Quartiere Arabo con il coinvolgimento dei residenti.
    Voglio sperare che questo venga preso come stimolo, dalle Istituzioni, per proseguire ed ampliare l’evento natalizio e pubblicizzarlo adeguatamente per essere incluso in un programma di turismo religioso.
    Complimenti agli organizzatori ed agli splendidi attori.

Comments are closed.