Mafia, confiscati beni a imprenditore di Gela

0

Beni per un milione e mezzo di
euro sono stati confiscati dal Tribunale di Caltanissetta ad un autotrasportatore di Gela, Nicolo’ Bartolotta, 55 anni, ritenuto vicino all’organizzazione mafiosa della ‘Stidda’. Il
patrimonio era gia’ stato sequestrato dalla Squadra Mobile in un’operazione condotta nel 2008. In particolare, la confisca
riguarda quote di partecipazione in alcune societa’ di trasporto, una palazzina di tre piani, un terreno, conti correnti, polizze assicurative, autovetture e autoarticolati.
Bartolotta, titolare di una ditta di autotrasporti, avrebbe monopolizzato l’attivita’ di distribuzione dell’ortofrutta a
Gela e nel circondario. Gli investigatori ritengono che l’uomo,pregiudicato per associazione mafiosa e estorsioni, attraverso
intimidazioni non permettesse a concorrenti di inserirsi nel mercato. Il Tribunale ha disposto inoltre per Bartolotta l’applicazione della sorveglianza speciale, con obbligo di
soggiorno nel Comune di dimora abituale per la durata di tre anni.