Salute

Caltanissetta, UILPA: “bene l’arrivo di 10 nuovi poliziotti. Adesso serve un direttore”

Redazione 2

Caltanissetta, UILPA: “bene l’arrivo di 10 nuovi poliziotti. Adesso serve un direttore”

Ven, 28/01/2022 - 11:12

Condividi su:

Uilpa ha diffuso una nota nella quale “ringrazia il Capo Dap Presidente Dino Petralia per l’immediata risposta data alla UILPA Polizia Penitenziaria Sicilia, in ordine alla gravissima carenza di personale di Polizia a Caltanissetta, che la settimana scorsa ha visitato il carcere nisseno e contestualmente incontrare le sigle sindacali.”

“come sindacato maggiormente rappresentativo confederale avevamo rappresentato – chiosano dalla UILPA Polizia Penitenziaria – che dalle esigenze effettive per garantire ordine sicurezza, trattamento e tutti i compiti istituzionali,la pianta organica doveva essere rimpinguata di almeno 30 unità di Polizia Penitenziaria, ma il segnale di avere immediatamente 10 unità a Caltanissetta è il giusto inizio di una strada che abbiamo chiesto di percorrere”

perché siffatta condizione operativa – annotano i sindacalisti della UIL di settore – determinava non solo una pericolosa voragine nell’apparato di sicurezza, ma pure la soppressione dei diritti soggettivi, e fatto più grave, anche quello di esporre i Poliziotti a causa dell’alta età anagrafica a costanti è non più sostenibili condizioni di stress psicofisico e rischi per la salute

“abbiamo ancora una volta, – concludono dalla Segretaria Regionale- il avuto la conferma di avere un Capo della Polizia Penitenziaria come il Presidente Bernardo Petralia, vicino ed attento ai lavoratori, ovviamente nel limiti delle sue prerogative, perché i governanti dovrebbero occuparsi di rimpinguare gli organici di un settore e strategico per la lotta alla mafia come il carcere, ma oggi a parte le passerelle, unite alle belle parole, non sono seguite atti concreti, così da determinare l’ingovernabilità in tutte le prigioni italiane, fronteggiate solo grazie alla grande professionalità e spirito di abnegazione e di servizio della solo Polizia Penitenziaria se il sistema ancora resiste”