Salute

Caltanissetta, Campisi e Milazzo: “Sul centro storico scritte inesattezze, finanziati molti progetti”

Redazione

Caltanissetta, Campisi e Milazzo: “Sul centro storico scritte inesattezze, finanziati molti progetti”

Lun, 07/06/2021 - 10:02

Condividi su:

Caltanissetta, Campisi e Milazzo: “Sul centro storico scritte inesattezze, finanziati molti progetti”

Nota stampa a firma dell’ex Michele Campisi ex sindaco di Caltanissetta
e di Andrea Milazzo ex assessore urbanistica pianificazione territoriale e strategica Comune di Caltanissetta in merito ad una articolo de “La Sicilia” a firma di Lino Lacagnina, dalla nostra testata riportato nell’ambito della rassegna stampa. Di seguito il contenuto integrale dello scritto di Campisi e Milazzo

Si scrive in merito ad un articolo avente per oggetto “Il centro si svuota da anni progetti solo sulla carta”comparso giorno 1 giugno sulla Sicilia, a firma di Lino Lacagnina, e riportato da alcune testate giornalistiche.
Detto articolo contiene, a nostro avviso, diverse imprecisioni. Si ritiene pertanto utile offrire alcuni chiarimenti, benché forse superflui, stante che molte testimonianze di ciò che la testata afferma essere rimaste “sulla carta” sono state realizzate e/o sono realizzande.
Si precisa che tale contributo non vuole in alcun modo costituire partecipazione ad alcun presunto dibattito, ancorché asincrono, e viene offerto a solo titolo di ripristino della corretta informazione, ed allo scopo di arrestare una ostinata quanto diffusa tentazione al disfattismo che certamente non giova all’immagine ed allo spirito di una città, afflitta dalla crisi economica, ulteriormente esacerbata dalla pandemia.

Inoltre, a onta di qualsiasi provocazione e/o tentazione, non si intende alimentare alcuna speculazione politica, offrendo suggestive proiezioni dietrologiche e/o giudizi ed interpretazioni del pensiero, dell’operato e dei risultati passati, presenti e futuri di altre amministrazioni, delle quali si riconosce, fin da ora l’operato, se pur con mezzi, obiettivi e ritmi operativi differenti.

Ci si limiterà, pertanto ad un elenco di quanto programmato e/o realizzato nel periodo tra il 2010 ed il 2014.
I tre stralci funzionali del Progetto “Grande Piazza” , segnatamente Largo Barile, Corso Umberto I, e Salita Matteotti prevedevano una necessaria dotazione finanziaria di 7.200.000 euro. A fronte di detta necessità, erano presenti nella contabilità speciale del Comune di Caltanissetta per la disponibilità destinata ad opere pubbliche del Programma di Riqualificazione Urbana del 1998, esclusivamente somme per € 1.200.000, somme che se non impegnate entro il dicembre 2011 avrebbero comportato la perdita del relativo finanziamento.

Con le somme disponibili si è pertanto adottata l’unica soluzione concretamente percorribile sotto il profilo tecnico e finanziario, appaltando immediatamente, previa redazione del relativo progetto esecutivo, l’unico stralcio dei lavori, e per l’appunto quelli relativi a Corso Umberto I. Tali lavori sono regolarmente stati completati e corso Umberto e’ regolarmente fruito dalla cittadinanza.

Sono state successivamente reperite le risorse finanziarie (la maggior parte) per la realizzazione di Salita Matteotti attraverso il P.O. F.E.S.R. 2007-2013, e per la riqualificazione di Largo Barile, compresi i fondi necessari per l’espropriazione ed i lavori di demolizione di un edificio esistente, la cui esecuzione ha permesso realmente di utilizzare Largo Barile, che divenendo una piazza ha dato luce alla facciata di Palazzo Moncada, precedentemente mortificata dalla presenza del preesistente edificio di scarso valore.

Entrambe le opere sono oggi fruibili dalla cittadinanza, così come i lavori per il completamento del Parcheggio Medaglie d’Oro, il cui decreto di finanziamento per un importo di € 1.500.000 deriva dal P.O. FESR 2007-13, decreto emesso nel maggio del 2011 con l’obbligo derivante dall’accordo di Programma Quadro con la Regione Sicilia del loro utilizzo entro giugno 2012, pena il disimpegno delle somme da parte dell’Unione Europea. Parcheggio che attendeva il completamento fin dagli anni novanta ed il cui utilizzo e’ largamente apprezzato.

A ciò si aggiunge il progetto di riqualificazione di Corso Vittorio Emanuele, con finanziamento ottenuto anch’esso dalla Programmazione Europea 2007-13, previsione reputata necessaria stante che il preesistente livello di praticabilità pedonale rasentava l’indegnità con marciapiedi del calibro di neanche 50 centimetri. Anch’esso e’ oggi fruito dalla Cittadinanza.
Si include altresì il progetto pilota del Quartiere Provvidenza per un importo di € 3.100.000, somme a disposizione del Comune dal 1998, data di stipula con il Ministero delle Infrastrutture, dell’accordo di programma Piano di Riqualificazione Urbana, e mai utilizzate, per le quali il Ministero delle Infrastrutture, convenendo sull’importanza del progetto, ha concesso diverse proroghe al Comune di Caltanissetta grazie alle quali i lavori sono oggi in corso di definizione.

Anche tale progetto fu appaltato nel 2013.
Dello stesso periodo sono i 9 alloggi progettati in Via Mazzini nel quartiere Provvidenza, frutto di un programma integrato con lo IACP, anch’essi in corso di realizzazione.
Il Comune di Caltanissetta nel periodo 2010-2014 ha altresì attivato strumenti di programmazione complessa partecipando a bandi come il Piano nazionale delle Città, il Piano Integrato ed il Patto dei Sindaci, che hanno comportato il coinvolgimento di altri Enti pubblici e soggetti privati.
Appare, infine, opportuno elencare i provvedimenti varati in termini di incentivi e fiscalità di vantaggio, che fanno parte del patrimonio provvedimentale del Comune di Caltanissetta, alcuni dei quali diversamente applicati in ragione dell’evoluzione normativa.

-Delibera di G.M. n° 34 del 3.5.2012, Regolamento Tarsu. L’art. 14 esenta dal pagamento della TARSU gli immobili ristrutturandi ricadenti nel centro storico.

-Delibera di G.M. n° 33 del 3.5.2012, Regolamento IMU. L’art. 6, commi 1, 2 e 4 fissano agevolazioni per l’esenzione IMU per le ristrutturazioni nel centro storico e gli interventi di miglioramento statico ed energetico negli edifici e trattamento fiscale preferenziale con abbattimento dell’aliquota IMU per chi loca a condizioni agevolate.
I provvedimenti innanzi citati sono stati approvati dal Consiglio Comunale propedeuticamente alle sessioni del bilancio di previsione 2012.

-Delibera di G.M. n° 111 del 28.12.2012, Esonero totale dal pagamento degli oneri di urbanizzazione e del contributo sul costo di costruzione nelle zone A1, A3 ed A5 ed esonero al 50% nelle zone A2 per interventi di ristrutturazione edilizia ed urbanistica nel centro storico.

-Delibera di G.M. n° 110 del 28.12.2012, Esonero totale dal pagamento del suolo pubblico per gli interventi edilizi nel Centro Storico.

Si riportano inoltre alcuni provvedimenti inerenti la salvaguardia della sicurezza e pubblica incolumità nelle zone di edilizia fatiscente del centro storico e la rigenerazione dello stesso.

-Delibera di Giunta Municipale n° 61 del 3.9.2012 Avvio procedimento per l’adozione da parte del Civico Consesso della proposta di perimetrazione delle zone di recupero e degli ambiti da interessare a zone di recupero ex art. 27 e 28 della Legge 457/78 che predefinisce al contempo l’area del centro storico come contesto da assoggettare a processi di rigenerazione urbana in coerenza agli indirizzi della legge 106-2011 (Decreto Sviluppo);

-Delibera di C.C. n° 14 del 12.3.2013 con la quale si approvava la proposta di istituzionalizzazione della carta del rischio degli immobili in pessimo stato presenti nel centro storico, riportando nella parte motiva il riconoscimento della stessa quale strumento di conoscenza per le attività di pianificazione, programmazione economica e di tutela della pubblica e privata incolumità, nonché strumento di programmazione politica in materia di pianificazione urbanistica nel centro storico di Caltanissetta.

-Delibera di G.C. n° 21 del 12.3.2013. Intervento politico con Proposta di Disegno di Legge per la Tutela dei valori storico architettonici urbanistici ed antropologici, salvaguardia della pubblica sicurezza ed incolumità, contrasto ai fenomeni di abbandono e ripristino delle condizioni di vivibilità del Centro Storico della Città di Caltanissetta, chiedendo l’applicazione alla città di Caltanissetta della Legge 7 maggio 1976 n 70, pubblicata sulla G.U.R.S. del 12 maggio 1976, n. 27 e ss.mm. e ii..

Si conclude l’elenco delle azioni principali condotte nella riqualificazione del centro storico, per le quali, come si desume, sono occorsi ed occorrono ingenti investimenti, per la parte prevalente da reperire con strumenti esterni al bilancio comunale.

Appare, pertanto non rispondere al vero la presunta mancanza di programmazione e/o di progetti solo sulla carta, che contraddistinguono l’articolo de “la Sicilia” quando invece la programmazione del periodo si e’ tradotta in fatti concreti per taluni progetti, ed in alcuni casi, anche con scelte diverse operate dalle amministrazioni che si sono succedute, sta vedendo oggi significative realizzazioni.

Certamente molto ancora dovrà programmarsi e realizzarsi.
E’ corretto che la buona informazione, nel pubblico interesse, funga da pungolo a quanti hanno responsabilità politiche ed amministrative, ma la stessa, per potersi connotare con la imprescindibile credibilità che le conferisce autorevolezza, deve raccontare fedelmente i fatti.

Michele Campisi ex sindaco di Caltanissetta
Andrea Milazzo ex assessore urbanistica pianificazione territoriale e strategica Comune di Caltanissetta

Necrologi di Caltanissetta