Salute

Caltanissetta, didattica a distanza e solidarietà all’I.C. Don Milani

Redazione

Caltanissetta, didattica a distanza e solidarietà all’I.C. Don Milani

Ven, 24/04/2020 - 16:44

Condividi su:

Caltanissetta, didattica a distanza e solidarietà all’I.C. Don Milani

Anche l’Istituto Comprensivo Don L. Milani di Caltanissetta, fin dal 5 marzo 2020, in applicazione dell’art. 1 lettera g del DPCM del 04/03/2020, ha avviato le attività di didattica a distanza per tutte le classi dei tre ordini di scuola che lo costituiscono: infanzia, primaria e secondaria di primo grado. I docenti si sono subito messi in gioco sperimentando delle metodologie innovative, nella consapevolezza che la scuola a distanza non potrà mai sostituire la normale didattica in presenza ma che, in questo particolare momento, solo attraverso le nuove tecnologie è possibile mantenere un contatto costante con i propri alunni affinché possano proseguire nel migliore dei modi il loro percorso formativo, assicurando il diritto all’istruzione costituzionalmente garantito.

La scuola dunque si è dimostrata capace di reagire con creatività e professionalità, organizzandosi nel modo più utile per coinvolgere i propri studenti. Le attività sono state svolte tramite diverse piattaforme e sono state calendarizzate tenendo conto dell’ età degli alunni. Oltre all’utilizzo di strumenti digitali, è stato necessario cambiare la metodologia attraverso lezioni snelle, feedback continui, flessibilità. Grazie alle nuove tecnologie è stato possibile proseguire anche alcuni progetti quali il progetto alimentazione realizzato in collaborazione con l’Enpab, il progetto Giochi matematici Bocconi e quello sul piano scuola digitale.

Anche i docenti di strumento musicale della scuola secondaria di primo grado si sono adoperati nella didattica a distanza mediante videolezioni su piattaforme digitali al fine di non perdere l’immediato rapporto didattico con i propri alunni.

Particolare è stato l’impegno dei docenti di scuola dell’infanzia, che nonostante l’età dei loro piccoli alunni, hanno organizzato delle lezioni motivanti e accattivanti.

Tutti gli insegnanti hanno, quindi, potuto accrescere le loro competenze e sviluppare la propria professionalità, rafforzando la coesione e la collaborazione all’interno dei vari gruppi di lavoro. Anche le famiglie si sono mostrate collaborative e i rappresentanti di classe, in particolare, spesso, si sono fatti portavoce delle problematiche degli altri genitori o hanno aiutato gli insegnanti per favorire la partecipazione alle attività programmate di tutti i bambini.

La didattica a distanza penalizza soprattutto le famiglie più disagiate e gli alunni BES che hanno il bisogno di essere seguiti con costanza e hanno perso i loro punti di riferimento. Notevole a tal proposito è stato lo sforzo della scuola per cercare di aiutare gli alunni più fragili e coinvolgerli in maniera attiva.

Per venire incontro alle famiglie con più figli si sono concessi in comodato d’uso gli strumenti digitali ( tablet e computer). Grazie al lavoro di tutto il personale, all’impegno della Dirigente, della DSGA , dei docenti e alla collaborazione del geom. Narbonese, volontario della protezione civile, che ha portato i tablet direttamente a casa, l’Istituto è stato tra le prime scuole che ha consegnato i devices agli alunni, soddisfacendo le richieste di tutti e tre gli ordini di scuola. Inoltre sono state ordinate anche delle SIM CARD per consentire l’accesso ad Internet.

Non sono mancate nemmeno le iniziative di solidarietà, che già da anni caratterizzano la nostra istituzione scolastica. Nel mese di Marzo, in piena emergenza Covid, il ricavato delle vendite del mercatino di natale (1100 euro) è stato devoluto alla Caritas per l’acquisto di beni di prima necessità e di materiale scolastico a riprova del grande senso di generosità che da sempre ha caratterizzato la comunità scolastica dell’Istituto Don Milani.