Salute

Santa Caterina. Autorizzato dal Miur il progetto Agorà per conseguire il diploma di scuola superiore.

Redazione 1

Santa Caterina. Autorizzato dal Miur il progetto Agorà per conseguire il diploma di scuola superiore.

Gio, 13/02/2020 - 21:35

Condividi su:

Santa Caterina. Autorizzato dal Miur il progetto Agorà per conseguire il  diploma di scuola superiore.

SANTA CATERINA. Il Ministero della Pubblica Istruzione ha concesso l’autorizzazione al Cpia (Centro provinciale di istruzione per adulti) di Caltanissetta ed Enna, di cui è dirigente il dott. Giovanni Bevilacqua, e all’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Rapisardi”, di cui è dirigente la dott.ssa Santa Iacuzzo, la sperimentazione del progetto Agorà. Il progetto consiste nella creazione di un’aula che consentirà agli adulti di recuperare anni scolastici e di conseguire il diploma di scuola superiore. Alla sperimentazione del progetto hanno lavorato i docenti Daniela Seminatore (nella foto) e Lirio Torregrossa. Si tratta della prima sperimentazione in Sicilia assieme a quella che si sta avviando a Siracusa. Il progetto prevede, tramite il Cpia, lezioni in presenza e a distanza utilizzando una piattaforma creata da Indire che partecipa alla sperimentazione. Al momento c’è già un primo grosso gruppo di iscritti, ma ci si può ancora iscrivere rivolgendosi alla prof. Daniela Seminatore oppure presso la scuola primaria “Don Bosco”. E’ possibile, per chi lo voglia, iscriversi anche da altri paesi. Gli orari delle lezioni andranno dalle 16 alle 20, dal lunedì al venerdì. Gli alunni adulti che prenderanno parte alla sperimentazione potranno conseguire il diploma di scuola superiore in base alla propria tempistica che dipenderà anche dalle loro competenze, scolastiche ed extrascolastiche, certificabili. Competenze che potranno ovviamente variare da alunno ad alunno in base al loro curriculum scolastico pregresso. I docenti che insegneranno all’interno del progetto Agorà sono sia del Cpia di Caltanissetta ed Enna che dell’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Rapisardi”.