Sicilia, 17 arresti: smantellata banda di ladri d’arte, rubarono biga con elicottero

0

Blitz dei carabinieri della compagnia di Gravina di Catania per smantellare una banda di ladri d’arte, autori tra l’altro del furto della biga bronzea di Morgantina, trafugata nel mese di giugno del 2017 da una delle storiche cappelle del camposanto di Catania. L’opera, smontata in due parti nascoste tra Aci Catena e Enna, stava per essere venduta ad un collezionista tedesco che per averla stava per sborsare un milione e mezzo di euro. Diciassette le persone arrestate: sono accusate di rapina, estorsione, ricettazione e furto di opere antiche. Le indagini hanno consentito di sgominare un gruppo criminale “a elevata pericolosita’ sociale”, specializzato nella commissione di reati contro il patrimonio nelle province di Catania, Enna e Siracusa. Della scomparsa della biga si era occupato tempo fa anche il programma televisivo “Chi l’ha visto”. I ladri per compiere il colpo hanno utilizzato un elicottero con il quale, grazie alla complicita’ di un custode del cimitero, hanno imbragato la biga con i cavalli per portala via.

 Sono stati raggiunti da un ordine di custodia cautelare in carcere Nuccio Ardito, 49 anni, di Catania, Antonio Corio, 22 anni, di Catania, Francesco Corio, 41 anni di Catania, detenuto per altra causa, Gianluca Costantino, 44 anni, di Siracusa, Angelo Dario Lo Giudice, 34 anni, di Catania, Giovanni Messina, 65 anni, di Nicosia. Mentre sono finiti ai domiciliari Vito Cali’, 58 anni, di Catania, Rosario Celestri, 61 anni, di Caltanissetta, Antonino Corio, 40 anni, di Catania, Salvatore Fichera, 54 anni, di Catania, Pietro Gangemi, 60 anni, di Catania, Desiree Grasso, 25 anni, di Catania, Tommaso Agatino Tasco, 54 anni, di Catania, Paolo Mirabella, 48 anni, di Catania, Giuseppe Emiliano Nauta, 45 anni, di Catania, Nunzio Mario Guido Tringale, 38 anni, di Catania, e Salvatore Tringale, 62 anni, di Aci Castello. L’indagine, condotta dai carabinieri della Stazione di San Giovanni la Punta dal 2018 al 2019 e coordinata dalla Procura Distrettuale di Catania, trae origine da una rapina che frutto’ oltre 17 mila euro, commessa il 16 aprile 2018 all’interno di un centro scommesse Snai di San Giovanni la Punta. Gli investigatori sono riusciti a identificare i componenti di una banda bene organizzata, dedita a furti e rapine nelle province di Catania, Enna e Siracusa. Colpi, nella maggior parte dei casi, rimasti tentati, grazie al monitoraggio costante da parte dei Carabinieri che, in due fasi temporali diverse, sono riusciti a recuperare le componenti dell’antica BIGA bronzea di Morgantina, del valore stimato di 1.5 milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here