Caltanissetta, Sappe: “Polizia Penitenziaria non considerata per convegno su stress lavoro nelle forze dell’ordine”

0

CALTANISSETTA – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Questa Organizzazione Sindacale è venuta a conoscenza che Codesto Ordine Professionale ha organizzato un Convegno sul tema “Stress lavoro Correlato nelle Forze dell’Ordine Valutazione e Gestione” preordinato per Venerdi’ 15 Novembre 2019 presso la Sala degli Oratori di Palazzo Moncada.
Si è potuto appurare con profondo rammarico che a tale confronto ed approfondimento non siano stati invitati i vertici provinciali del Corpo di Polizia Penitenziaria o quanto meno qualche rappresentante sindacale del comparto.
E’ opportuno rammentare che tra le Forze dell’Ordine il Corpo di Polizia Penitenziaria detiene un triste record in ordine ai suicidi, basti pensare che dal 2000 ad oggi sono 100 (di cui 35 negli ultimi 5 anni) i servitori dello Stato che hanno deciso di porre fine alle loro sofferenze psichiche togliendosi la vita.
Questa Sigla la più rappresentativa sul piano Nazionale, da tempo punta il dito contro i vertici dell’Amministrazione Penitenziaria perché in colpevole ritardo senza alcuna iniziativa proficua intrapresa .
Al Ministro Alfonso Bonafede abbiamo chiesto sistematicamente incontri per attivare una serie di misure preventive con migliorie concrete per il benessere lavorativo del personale.
Ecco perché era moralmente doveroso invitare i rappresentati della Polizia Penitenziaria e lungi nel volere innescare qualsivoglia polemica, non si comprende come mai si è deciso di coinvolgere al “tavolo di confronto” il Cappellano della Casa Circondariale di Caltanissetta che con tutto il rispetto che nutriamo per la persona ed il ruolo, a parere di chi scrive, non vi è nessuna correlazione con il delicato argomento d’affrontare.
Per l’ennesima volta, assistiamo all’indifferenza ed alla scarsa attenzione da parte dell’opinione pubblica e da talune Istituzioni, nei confronti di un Corpo di Polizia che nonostante le ragguardevoli difficoltà gestionali per una conclamata carenza d’organico e le continue aggressioni subite da parte dei più facinorosi detenuti continuano con zelo ed orgoglio smisurato a mantenere l’ordine e la sicurezza all’interno degli Istituti Penitenziari del territorio Nazionale garantendo anche contestualmente la sicurezza dei cittadini.
L’occasione è gradita per porgere Distinti Saluti.

Delegato regionale Sappe, Vincenzo Mattina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here