A Caltanissetta il primo ecopunto automatico. In poche mosse si conferisce e si ottengono gli sgravi in bolletta

1

CALTANISSETTA – Inaugurata a Caltanissetta la prima isola ecologica automatizzata. Con la tessera sanitaria la raccolta differenziata diventa fai da te, a qualsiasi orario e senza code, con gli sgravi direttamente in bolletta.

Il sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino, ha inaugurato stamane la prima isola ecologica automatica entrata in funzione in via Malta nei pressi del mercato rionale, nell’ambito del nuovo servizio di raccolta differenziata affidato alla società Dusty.

Erano presenti all’appuntamento l’assessore all’ambiente, Marcello Frangiamone, il dirigente della ripartizione ambiente e igiene pubblica del Comune di Caltanissetta, Giuseppe Dell’Utri, il direttore dell’esecuzione del servizio, Giovanni Marchese, il direttore Dusty per l’unità territoriale di Caltanissetta, Santo Mirisola e l’ingegnere tecnico progettista della Dusty, Fabio Nicosia.

Si tratta di un ecopunto multi-scomparto con selezione automatica di 5 tipologie di rifiuti: carta, cartone, plastica, vetro e metalli, pile esauste. In questa prima fase sperimentale per 30 giorni il servizio sarà assistito da un operatore dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle 12.20 e dalle 16.00 alle 19.00. Conclusa la fase sperimentale l’eco-punto sarà aperto 24 ore al giorno.

“Dobbiamo comunicare l’importanza di fare una corretta raccolta differenziata e sono convinto che la stragrande maggioranza dei cittadini è d’accordo su questo principio – ha detto il sindaco Roberto Gambino -. Da parte nostra mettiamo in campo le azioni per semplificare le modalità e veicolare comportamenti corretti. E’ chiaro che l’innovazione tecnologica rappresenta un banco di prova per il senso civico di tutti noi”.

L’isola ecologica consente all’utente di effettuare il conferimento in autonomia, pesando il rifiuto dopo il riconoscimento tramite tessera sanitaria e ottenendo lo sgravio in poche semplici mosse. Attraverso uno schermo touch si sceglie la tipologia da conferire, si poggia il sacchetto nella bilancia e si ricevono uno scontrino di ricevuta e un’etichetta adesiva da applicare sul sacchetto da riporre nell’apposita bocchetta. Il conferimento nell’isola automatica dà diritto allo stesso sgravio riconosciuto presso il Centro comunale di raccolta di contrada Cammarella o presso l’isola ecologica itinerante nei quartieri. L’impianto è video controllato e il codice a barre rende sanzionabile l’errato conferimento.

Sul fronte dei controlli per fronteggiare l’errato conferimento e l’abbandono dei rifiuti, la Polizia municipale ha effettuato nelle ultime settimane circa 200 sanzioni notificate ai trasgressori, singoli utenti e condomini soprattutto della zona A dove si effettua il porta a porta. Nei casi di abbandono indiscriminato di rifiuti pericolosi o ingombranti in alcune aree periferiche come contrada Santa Lucia, Santo Spirito e via Pietro Leone, la Polizia municipale ha avviato indagini per risalire agli autori riscontrando la presenza di elementi interessanti a fini probatori.

“Abbiamo già bonificato numerose aree e continueremo a farlo ma siamo intenzionati a prendere provvedimenti duri. I responsabili verranno denunciati penalmente – afferma il sindaco Gambino -. Questi siti vengono ripuliti e puntualmente dopo una settimana tutto torna come prima. Mi rivolgo a chi fa queste operazioni: bisogna stare molto attenti perchè si tratta di violazioni di norme che comportano conseguenze di natura penale”.

1 COMMENTO

  1. Mi dispiace per loro ma il primo ecopunto a Caltanissetta è stato ed è opifici di pace a San Luca, merito dell’architetto Luigi Gattuso e dell’ing Andrea polizzi, cui va fatto un plauso per la lungimiranza

Comments are closed.