Scuola. 50 milioni da Roma contro dispersione: 95 i Comuni siciliani, 3 nel nisseno

0

ROMA Cinquanta milioni di euro disponibili per le scuole di 292 aree del territorio nazionale per la lotta alla poverta’ educativa minorile e alla dispersione scolastica. Le aree sono state individuate con un decreto interministeriale firmato dai ministri dell’Istruzione, Marco Bussetti, dell’Interno, Matteo Salvini e della Giustizia, Alfonso Bonafede. I fondi del Pon Scuola 2014-2020 serviranno per finanziare progetti didattici nelle scuole per contrastare la dispersione scolastica anche coinvolgendo enti, associazioni, strutture di promozione sociale e federazioni sportive. In Sicilia sono stati selezionati 95 comuni che potranno beneficiare del contributo: Agrigento; Caltanissetta; Catania; Enna; Messina; Palermo; Siracusa; Trapani; Canicatti’, Casteltermini, Favara, Licata, Naro, Palma di Montechiaro, Racalmuto, Raffadali, Santa Margherita di Belice e Sciacca in provincia di Agrigento; Gela, Niscemi e Vallelunga Pratameno in provincia di Caltanissetta; Aci Castello, Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Acireale, Adrano, Bronte, Calatabiano, Caltagirone, Fiumefreddo di Sicilia, Giarre, Grammichele, Mascalucia, Misterbianco, Palagonia, Paterno’, Pedara, Riposto, San Pietro Clarenza, Santa Maria di Licodia e Tremestieri Etneo in provincia di Catania; Barrafranca, Catenanuova, Nicosia, Pietraperzia, Regalbuto e Villarosa in provincia di Enna; Acquedolci, Capo d’Orlando, Mistretta, Novara di Sicilia, Santa Lucia del Mela, Santa Teresa di Riva, Saponara, Taormina, Torrenova e Tortorici in provincia di Messina; Altavilla Milicia, Bagheria, Balestrate, Camporeale, Capaci, Carini, Casteldaccia, Cinisi, Ficarazzi, Monreale, Partinico, Santa Flavia, Termini Imerese e Villabate in provincia di Palermo; Acate, Chiaromonte Gulfi, Comiso, Ispica, Modica, Pozzallo, Santa Croce Camerina, Scicli, Vittoria in provincia di Ragusa; Avola, Canicattini Bagni, Carlentini, Floridia, Francofonte, Lentini, Noto, Pachino, Palazzolo Acreide, Priolo Gargallo, Rosolini e Solarino in provincia di Siracusa; Marsala, Pantelleria e Santa Ninfa in provincia di Trapani. Commenta Salvini: “Combattere la dispersione scolastica significa investire nei giovani e quindi nel nostro futuro. Non e’ piu’ tollerabile esporre migliaia di ragazzi al rischio di essere arruolati dalla criminalita’ per mancanza di alternative e di cultura. Da ministro dell’Interno ho il dovere di reprime l’illegalita’, ma sono orgoglioso di contribuire a questo progetto che investe in una sana e reale prevenzione”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here