San Cataldo. Nominati i componenti della Commissione per la mensa scolastica.

0

SAN CATALDO. Il Comune di San Cataldo gestisce, anche per quest’anno scolastico, il servizio di refezione scolastica nelle scuole dell’infanzia. Tale servizio è stato affidato alla ditta Maik New Food srl di Salemi e consiste nella preparazione di pasti caldi nei centri di cottura ubicati in alcune scuole e la consequenziale veicolazione dei pasti preparati nei centri che ne sono privi. L’amministrazione comunale ha deciso di procedere al rinnovo della Commissione mensa, unica per tutti i centri di cottura. Tale commissione ha lo scopo di operare una supervisione del servizio al fine di raccogliere suggerimenti, promuovere idee ed iniziative, esaminare proposte di informazione-formazione, analizzare situazioni di disagio organizzativo, riportare elementi di valutazione sull’organizzazione e sul servizio, garantire i contatti con gli utenti, rilevare le eventuali disfunzioni e le problematiche specifiche sui menù adottati. L’amministrazione comunale ha chiesto i nominativi al I° e II° Circolo didattico, ma anche un nominativo per il rappresentante dell’A.S.L.. Il 1° Circolo Didattico ha segnalato come genitore per il Plesso Corso Unità d’Italia Lomonaco Maria Vincenza, il Plesso “Lambruschini” La Fisca Lucia, il Plesso “ Belvedere “ Caramia Rossana, il Plesso “ Cattaneo” Giunta Ilaria, il Plesso “Carducci” Aprile Francesca. Il II° Circolo ha segnalato per il Plesso “Balsamo” Messina Clara Carmelina, per il Plesso “S. F. Neri” Milazzo Valentina. L’asp di San Cataldo ha nominato come suo rappresentante il dott. Toscano Vincenzo Rocco. L’amministrazione comunale ha segnalato come rappresentante dell’Ufficio Politiche Educative la dipendente Lo Monaco Catalda e come rappresentante di questo Ente l’assessore Maria Concetta Naro. Da qui la nomina di tutti loro in seno alla Commissione di Controllo Mensa. Alla commissione è previsto che sarà vietato qualsiasi forma di contatto diretto e indiretto con le sostanze alimentari, attrezzature e suppellettili, limitandosi ad assistere alle diverse fasi della preparazione e della somministrazione dei pasti, senza intralciare il corretto svolgimento di fasi particolarmente a rischio igienico-sanitario evitando di procedere a prelievo di sostanze alimentari. La Commissione mensa non potrà, per nessuna ragione, richiamare il personale di cucina o modificare in modo autonomo il menù scolastico. Sarà cura della commissione verbalizzare le ispezioni eseguite e trasmettere copia dei verbali al Comune. La commissione resterà in carica per il periodo dell’erogazione del servizio.