San Cataldo, villa “Cristo Re”: 21enne sancataldese a spasso con lupara nello zaino, arrestato

1

SAN CATALDO – Questo pomeriggio i Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Caltanissetta, guidati dal Luogotenente Angelo Contino, hanno arrestato, in flagranza di reato, un ragazzo di San Cataldo, Intilla Vincenzo, 21enne già noto alle forze dell’ordine per essere stato arrestato a fine 2015 per illecita detenzione di arma da fuoco.

I militari di Caltanissetta, impegnati in abiti borghesi nella villa “Cristo Re” di San Cataldo per un servizio antidroga, intorno alle 13, si sono imbattuti negli strani movimenti di Intilla, che, portando uno zainetto sulle spalle, si spostava da una panchina all’altra con fare sospetto.

I carabinieri hanno deciso di intervenire nella convinzione che all’interno dello zaino celasse dello stupefacente ed invece, con grande sorpresa, hanno trovato un fucile a canne mozze, calibro 12, con matricola abrasa e perfettamente funzionante.

Il giovane non ha voluto spiegare la provenienza dell’arma, né tantomeno cosa ci facesse in villa armato di lupara. Immediatamente arrestato è stato portato nel carcere di Caltanissetta, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri si sono poi portati presso l’abitazione dell’Intilla per una perquisizione domiciliare, senza rinvenire nulla di illecito.

L’avvocato difensore è Torquato Tasso.

Condividi

1 COMMENTO

Comments are closed.