Primarie CS. Il comitato “Per il cambiamento. Con Bersani”: “Rottamiamo le teste non pensanti”

2

CALTANISSETTA – Anche Caltanissetta si prepara alle Primarie del centrosinistra, che si terranno domenica 25 novembre. Infatti, in vista dell’importante appuntamento elettorale oggi presso la federazione provinciale del Partito Democratico si è tenuta una conferenza stampa da parte del comitato “Per il cambiamento. Con Bersani”, alla quale hanno partecipato: Francesco Dolce (vice segretario provinciale PD), Annalisa Petitto (Presidente PD Caltanissetta), Antonio Sapienza (vice segretario unione comunale PD), Renzo Bufalino (coordinatore PD Montedoro), Michele Russo (coordinatore PD Santa Caterina) e Linda Petrantoni (coordinatrice circolo “Faletra” Caltanissetta).
I promotori del comitato provinciale nel corso della conferenza hanno sottolineato le ragioni del loro sostegno a Bersani, non mancando di evidenziare le differenze rispetto agli amici di partito pro-Renzi. Hanno tenuto a precisare che anche loro «sono interessanti alla rottamazione, ma una rottamazione dell’irresponsabilità, dell’incompetenza, non certo ad una rottamazione solamente anagrafica» In altri termini i promotori del comitato sostengono che per loro la rottamazione «deve consistere nel sostituire una testa non pensante con una testa pensante, e non nel mettere semplicemente una faccia giovane al posto di una faccia vecchia».
I promotori oggi presenti, tra l’altro quasi tutti under 40, hanno inoltre evidenziato come la scelta di Bersani quale candidato premier del centro sinistra sia la migliore possibile poichè l’unica in grado di garantire quell’autorevolezza e quel rigore, frutto di esperienza politica e istituzionale, in grado di dare risposte certe agli italiani e di non scalfire la credibilità dell’Italia in Europa.
Si è tenuto a ribadire che la candidatura di Bersani è appoggiata, in provincia, proprio dal movimento spontaneo, sorto su scala regionale “Cambia PD Sicilia” le cui istanze ed obiettivi sono proprio quelli di mutare un modo di fare politica ormai superato dedito unicamente ai posizionamenti elettorali e di creare una nuova classe dirigente la cui responsabilità sarà quella di rimettere al centro della vita del partito temi fondamentali quali il lavoro, la scuola, la ricerca, l’equità. <> sostengono i promotori << è l'unico modo per rispondere alla richiesta di un nuovo PD che oltre alle facce ed alle teste abbia anche nuovi metodi e soluzioni ai problemi reali>>
Proprio in tale ottica, durante la conferenza è stata presentata l’iniziativa del comitato pro-Bersani dal titolo “Il lavoro come diritto, lo sviluppo del Sud come dovere…le nuove generazioni come speranza” che avrà luogo domani a Montedoro, presso la sala conferenze del museo della zolfara, che vedrà la partecipazione di Giuseppe Provenzano (Ricercatore Svimez) e Mariella Maggio (neo-deputata regionale del PD e ultima segretaria generale della CGIL Sicilia).

La conferenza è stata anche l’occasione per dare le necessarie informazioni organizzative e logistiche per le primarie di domenica 25, ricordando che già in questi giorni, presso gli uffici elettorali, è possibile registrarsi per votare uno dei cinque candidati alla guida della coalizione, in vista delle elezioni politiche in programma in primavera.
Possono partecipare alle Primarie tutti coloro che hanno diritto di voto e che compiono 18 anni entro il 25 novembre, ma anche i cittadini europei residenti in Italia e i cittadini di altri paesi in possesso di regolare permesso di soggiorno e carta d’identità.
Inoltre è possibile pre-registrarsi online sul sito primarieitaliabenecomune.it
I seggi saranno aperti dalle 8 alle 20, a Caltanissetta saranno dislocati tre gazebo in tre diverse zone della città: il primo in Corso Vittorio Emanuele (davanti Gruttadauria), il secondo in viale Stefano Candura (pressi pasticceria Fiorino) e il terzo in piazza Falcone Borsellino (vicino il tribunale). Sempre per le succitate motivazioni e per maggiore regolarità delle operazioni si è concordato inoltre che i cittadini dovranno votare facendo riferimento esclusivamente al seguente schema: in “Corso V. Emanuele”, potranno votare i cittadini che alle elezioni politiche votano nelle sezioni: 5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-15-16-17-18-37-38-53-54-55. In “Viale S. Candura”, i cittadini che votano nelle sezioni: 1-2-3-4-49-50-51-52. Mentre al terzo seggio, “piazza Falcone Borsellino”, potranno votare i cittadini che votano nelle sezioni 19-20-21-22-23-24-25-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-39-40-41-42-43-44-45-46-47-48.

2 Commenti

  1. ero convinto di votare bersani…..sono contento che ci siano giovani COME ME A SOSTEGNO DI BERSANI……cambiate il partito e non vi arrendete mai!la gente vi seguirà,intanto domenica io voto bersani,non il berlusconi di sinistra che è renzi.uno che è cresciuto con ideali di centrosinistra non può votare un imbonitore da 4 soldi

Comments are closed.