Caltanissetta, prefettura: contrasto al fenomeno dei furti lungo l’acquedotto Gela – Aragona

0

CALTANISSETTA – Presieduta dai Prefetti Di Caltanissetta, Dott.ssa Cosima Di Stani e di Agrigento, Dott. Dario Caputo, con la presenza dei massimi vertici delle Forze dell’Ordine di entrambe le province, dei rappresentanti di Siciliacque, di Caltaqua, Girgenti acqua, degli ATO di Caltanissetta ed Agrigento, dai dirigenti degli Assessorati regionali competenti,  si è tenuta, presso questa Prefettura, una riunione per individuare iniziative condivise finalizzate a contrastare il fenomeno dei furti di acqua perpetrati ad opera di ignoti, i quali, allo scopo di approvvigionarsi di acqua, presumibilmente per scopi irrigui, realizzano in maniera fraudolenta allacci abusivi lungo il percorso dell’importante infrastruttura.

Nel corso dell’incontro sono state, in particolare, affrontate le criticità incidenti sull’erogazione dell’acqua agli abitati dei Comuni di Gela, Butera e Licata; ciò in ragione della presenza nei tratti della condotta di allacci abusivi di acqua per uso potabile al fine di consentire, in modo abusivo, l’irrogazione di terreni nonché di serre, talune anche localizzate in aree demaniali e prive, peraltro di autorizzazioni.

In ragione di tali criticità, peraltro annose, si è concordato circa la necessità di procedere ad una verifica sulle aziende agricole insistenti su quei territori, al fine di verificarne la legittimità, anche e soprattutto sotto il profilo dell’accesso ed utilizzo dell’acqua per scopi agricoli.

I presenti al tavolo hanno sottolineato la necessaria attenzione sulle potenziali ricadute, specie nel periodo estivo, per i Comuni costieri che vedranno un notevole afflusso di turisti e dunque un aumento dell’utenza ed hanno condiviso una strategia comune che preveda attenti e persistenti controlli da parte delle Forze dell’Ordine nonché sono state individuate alcune iniziative per il potenziamento dei servizi di monitoraggio attraverso il possibile utilizzo di guardie giurate ed impianti di videosorveglianza.

In attuazione di quanto concordato, saranno immediatamente attivati specifici tavoli tecnici presso le Questure di Caltanissetta e di Agrigento in modo da assicurare lungo i territori interessati iniziative e contemporanei controlli.